L’aeroporto di Linate sarà chiuso per lavori di ristrutturazione della pista dal 27 luglio al 27 ottobre 2019. I disagi non saranno pochi per i passeggeri diretti e in partenza da Milano. Ma c’è di più: è possibile acquistare i biglietti per quel periodo. Alcune compagnie aeree, infatti, hanno venduto e continuano a proporre online i ticket ai clienti, che rischiano di andare incontro a notevoli disagi.

“I clienti non vengono informati della chiusura dell’aeroporto di Linate – dichiara il Segretario Nazionale di Codici Ivano Giacomelli – nemmeno del fatto che i voli saranno dirottati, in quel periodo, su Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio. Ci sono quindi viaggiatori che hanno acquistato o stanno per acquistare voli che non partiranno e non arriveranno mai a Linate”.

L’Associazione Codici invita chi ha acquistato un biglietto aereo per il periodo di chiusura dello scalo di Linate a contattare lo Sportello Nazionale oppure a rivolgersi allo Sportello Lombardia.

“Abbiamo proposto un’azione coordinata – afferma il Segretario Regionale di Codici Lombardia Davide Zanon – per limitare i disagi che inevitabilmente si verranno a creare, considerando che ci saranno circa 30mila voli smistati per un totale di 2 milioni di viaggiatori. Abbiamo prospettato la distribuzione di un questionario tra i passeggeri, per sapere se sono a conoscenza della prossima chiusura dello scalo e per capire cosa pensano delle soluzioni adottate durante questo periodo. Un lavoro utile per aprire un tavolo di dialogo con la società Sea, il gestore ferroviario per i treni che collegheranno la città a Malpensa, le compagnie aeree ed i consumatori. Riteniamo sia importante prepararsi per tempo ad affrontare un periodo delicato, sia per i viaggiatori che per i lavoratori”.

Scrive per noi

Silvia Biasotto
Silvia Biasotto
Sono quello che mangio. E sono anche quello che scrivo, parafrasando Ludwig Feuerbach. Nella mia vita privata e nella mia professione ho sempre amato conoscere, sperimentare e scrivere di cibo. La sicurezza e la qualità alimentare sono le principali tematiche di cui mi occupo ad Help Consumatori oltre che la tutela del cittadino in generale. Una passione che mi accompagna in questa redazione sin dal 2005 quando sono giunta sulla tastiera di HC a seguito del tirocinio del primo Master universitario in tutela dei consumatori presso l’Università Roma Tre. E ovviamente la mia tesi fu sulla Sicurezza dei prodotti!

Parliamone ;-)