Groupalia, Antitrust apre indagine: informazioni ingannevoli e ritardi

L’Antitrust ha deciso di aprire un procedimento d’istruttoria su Groupalia, uno dei più famosi gruppi d’acquisto online, dopo Groupon. Tra le motivazioni che hanno spinto l’Autorità ad indagare sul comportamento dell’azienda ci sono: scarsa trasparenza delle informazioni, pubblicità ingannevole e ingiustificati ritardi nella restituzione delle somme.

Sono tante le segnalazioni giunte alla redazione di Help Consumatori e alle Associazioni dei consumatori di casi di persone vittime di comportamenti scorretti da parte di Groupalia, dal mancato invio del prodotto già pagato alla mancata assistenza in caso di reclamo.

 Tra le Associazioni che hanno segnalato la cosa all’Antitrust c’è Cittadinanzattiva che commenta così la decisione dell’Autorità: “La particolare congiuntura economica che stiamo vivendo incentiva forme di acquisto via internet, specie se accompagnate da possibili sconti e offerte promozionali. Su questo versante, è bene contrastare alla radice qualsiasi tentativo di speculazione a danno dei consumatori”.

Groupalia ha ora 15 giorni di tempo per rispondere nel dettaglio a quanto gli viene contestato dall’Autorità:

  • aver diffuso attraverso il proprio sito internet informazioni ingannevoli, per esempio in merito all’entità dello sconto applicato e del prezzo finale del bene o del servizio oggetto della promozione;
  • aver fornito informazioni lacunose in ordine alle condizioni di pagamento e alla tempistica di addebito delle somme corrisposte dai clienti e l’aver negato, o differito per periodi eccessivamente prolungati, la restituzione ai consumatori delle somme ad essi addebitate o bloccate per acquisti online successivamente annullati, ovvero relativi a campagne non concluse con successo;
  • aver predisposto un sistema di contatto tramite posta elettronica quale unico strumento gratuito di assistenza ai clienti e fornito risposte tardive, confuse o generiche a fronte delle richieste di informazioni e delle doglianze dei consumatori, in particolare con riguardo alle difficoltà di utilizzo dei coupon presso i partner di Groupalia.

Comments are closed.