OSSERVATORIO. Prestiti: Audizione al Senato per Indagine su trasparenza del mercato bancario

I prestiti sono strumenti indispensabili per i piccoli risparmiatori e per le imprese per ottenere la liquidità sufficiente ad avviare un progetto, un’attività o procedere ad un acquisto improvviso. Per essere certi di selezionare il finanziamento più adeguato alle nostre esigenze è possibile informarsi sui prestiti personali: quali sono i più vantaggiosi, come ottenerli, tassi d’interesse e piano di ammortamento.

 

Di recente, il responsabile della Divisione Analisi macroprudenziale del Servizio Normativa e politiche di vigilanza della Banca d’Italia, Andrea Generale, è stato ascoltato nell’ambito dell’Indagine conoscitiva in Audizione al Senato, riguardo la verifica dell’andamento generale dei prezzi al consumo e per il controllo della trasparenza dei mercati del credito.

 

I tassi bancari italiani sono tra i più alti d’Europa, i dati dell’Indagine forniti dalla Banca d’Italia confermano che alla metà del 2010 i tassi di interesse medi praticati dalle banche e dalle società finanziarie erano elevati rispetto al resto d’Europa: i prestiti personali con un tasso del 11,3 %, il credito finalizzato a poco meno dell’11 per cento, e tassi alti si rilevavano anche nell’utilizzo delle carte di credito revolving (tra il 13 e il 17%) . Secondo Generale “Il maggiore costo del credito al consumo nel nostro paese è attribuibile, tra l’altro, a fattori quali l’ancora ridotta dimensione del mercato, che non consente di sfruttare appieno le economie di scala, e il canale distributivo utilizzato.”

 

Nell’Indagine si legge anche l’impegno preso verso un’azione di richiamo agli intermediari bancari e finanziari, con lo scopo di correggere condotte anomale e prassi scorrette rilevate su alcuni intermediari bancari e finanziarie nei confronti delle famiglie, specialmente per quanto riguarda la comunicazione.

 

Agli intermediari si chiede insomma una maggiore trasparenza e correttezza nei confronti della clientela: contratti e i fogli informativi comprensibili che descrivano con chiarezza il costo dei prestiti, ad esempio in riferimento agli oneri maturati che devono essere corrisposti al cliente in caso di anticipata estinzione del prestito.

 

Intanto abbiamo effettuato una nostra indagine sui prestiti attualmente proposti in Italia grazie al confronto sul portale Supermoney delle tariffe di più di 40 banche tra tradizionali e online. Utilizzando il profilo di un lavoratore a tempo determinato abbiamo richiesto un prestito per una liquidità di 5 mila euro rimborsabili in 24 mesi; ecco quali sono le migliori proposte: il prestito Findomestic prospetta una rata mensile di 238 euro con un Taeg del 14,07%, il prestito “Personale” di Neos Finance ha un rata di 240 euro e Taeg al 14,78%, segue Unicredit con il “Prestito Contante” che prevede una pagamento mensile pari a 241 euro e 15,24 di Taeg.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

 

 

Comments are closed.