OSSERVATORIO. Un mutuo, tante possibilità

Accendere un mutuo per acquistare una casa, la maggior parte delle famiglie italiane, soprattutto quelle giovani, ricorre sempre di più a questi prodotti finanziari per realizzare il proprio sogno di proprietà sulle quattro mura. Ma se ricorrere al mutuo sembra ormai un must per acquistare un immobile, scegliere quello migliore è meno scontato: prima di prendere una decisione è quindi consigliabile fare un confronto tra le possibilità di mutuo offerte dai migliori istituti bancari in modo da avere una panoramica completa.

Qualche giorno fa, ad esempio, parlavamo dei mutui off-set, che danno la possibilità al mutuatario di decurtare l’importo della rata in base alla liquidità disponibile sul conto corrente collegato per poi apportare delle modifiche alla suddivisione delle quote ricavate dagli interessi, in base alla volontà di ridurre la rata da una parte, o la durata del finanziamento dall’altra.

Premesso che non esiste un mutuo ottimale per tutti, orientarsi in questo mare magnum di offerte, tassi e termini specifici può essere piuttosto difficoltoso per un utente comune. Inoltre sul mercato oltre ai classici mutui a tasso fisso e a tasso variabile esistono ora diverse soluzioni intermedie che ben si adeguano alle esigenze di ciascuno.

C’è chi per esempio sottoscrive un mutuo variabile con Cap, cioè un tetto massimo oltre il quale la rata del mutuo non può salire, ma esistono anche i cosiddetti mutui armonici in cui la rata mensile ha un ammontare fisso mentre è il numero delle rate (quindi la durata negli anni del mutuo) a variare in base alla variazione dei tassi.

Per chi accende un mutuo c’è anche la possibilità della surroga, ossia il trasferimento del proprio mutuo a una nuova banca che offre condizioni migliori senza costi aggiuntivi né spese notarili. La legge 40/2007, meglio nota come Decreto Bersani, avendo come obiettivo quello di favorire la concorrenza fra le banche ha semplificato gli oneri e le procedure di surroga introducendo l’estinzione anticipata del mutuo. Una modifica importante che ha dato i frutti sperati visto che le richieste di surroga continuano a crescere e oggi rappresentano il 18% dei flussi per le richieste di mutuo.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.