1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Mutui’

Bussola Mutui CRIF: nel IV trimestre 2017 continua il calo nei flussi di erogato

mercoledì, 14 febbraio, 2018

Continua la flessione dei prezzi al metro quadro per gli immobili che scendono del 4,1% sul 2017 trainati dal forte calo delle quotazioni degli immobili usati e dalla sostanziale stabilità dei prezzi per i nuovi immobili (rispettivamente -5,4% e +0,2% nel 2017). La contrazione media nazionale dei prezzi sul periodo 2010/2017 si attesta al -22%. (altro…)



Mutui, Facile.it: più richiedenti “Under 30” con contratto a tempo indeterminato

lunedì, 12 febbraio, 2018

Cresce la percentuale di quanti chiedono un mutuo potendo contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Negli ultimi anni, infatti, la percentuale di aspiranti mutuatari con contratto di lavoro a tempo indeterminato è passata dal 77% del 2013 all’81% del 2017. Se si guarda invece ai mutui erogati, nel 2013 quelli concessi a lavoratori con contratto a tempo indeterminato erano l‘81% del totale mentre nel 2017 sono diventati l’86%. (altro…)



Mutui, Facile.it: nel 2017 aumenta l’erogato. Tasso fisso è il preferito dagli italiani

martedì, 30 gennaio, 2018

Il 2017 è stato un anno positivo per il settore dei mutui, caratterizzato da un trend di crescita che ha riguardato sia gli importi medi richiesti sia quelli effettivamente erogati dalle banche. Nel 2017, il taglio medio erogato è stato pari a 128.227 euro, in aumento del 7,61% rispetto al 2016. Cresce, seppur in percentuale minore, anche l’importo richiesto dagli aspiranti mutuatari che, nel corso degli ultimi 12 mesi, hanno cercato di ottenere, in media, 130.210 euro (+3,91%). (altro…)



Quanto tempo serve per un mutuo? Facile.it: nel 2017 tempi più lunghi del 3,6%

lunedì, 22 gennaio, 2018

Ottenere un mutuo in Italia non solo risulta spesso un’operazione complicata, richiede anche tempi piuttosto lunghi che mal si conciliano con le esigenze di chi ha bisogno di liquidità. Dal momento in cui si cominciano a richiedere informazioni sul mutuo prima casa a quello in cui si esce dalla banca con il documento di stipula firmato passano infatti 140 giorno, ovvero il 3,6% in più di quanto non fosse nel 2016. (altro…)



Mutui, Barometro Crif: nel 2017 giù le surroghe. Importo medio di 125 mila euro

martedì, 9 gennaio, 2018

Rallentano decisamente le surroghe mentre aumentano i nuovi mutui: questa la dinamica che ha investito le richieste di mutui da parte delle famiglie italiane nel 2017. L’anno si è concluso con un calo complessivo del 10,3%. A dicembre, in particolare, c’è stata una flessione nelle richieste di nuovi mutui e surroghe, con un calo del 15,9%. (altro…)



Mutui famiglie, Barometro Crif: a ottobre meno 20% di richieste

giovedì, 16 novembre, 2017

Il calo delle surroghe frena decisamente la richiesta di mutui delle famiglie, che a ottobre è in flessione di oltre il 20% rispetto allo scorso anno. L’importo medio richiesto continua invece a salire e si attesta poco sopra i 125 mila euro, con un aumento dell’1,3% rispetto a ottobre 2016 e sostanzialmente in linea con i primi 9 mesi del 2017. Questa la fotografia del Barometro Crif delle richieste di mutui delle famiglie aggiornato a ottobre 2017. (altro…)



Tribunale di Mantova: no a foto di minori sui social senza accordo fra i genitori

sabato, 11 novembre, 2017

Niente foto dei figli minorenni sui social network se non c’è l’accordo di entrambi i genitori. Si violano le norme sulla tutela dell’immagine, sulla riservatezza dei dati personali e la Convenzione di New York e il pregiudizio per il minore è “insito nella diffusione della sua immagine sui social network”. (altro…)



Mutui, Crif: meno 8,2% di richieste nei primi nove mesi dell’anno

venerdì, 13 ottobre, 2017

Il calo progressivo di interesse verso le surroghe frena l’andamento delle richieste di mutuo delle famiglie, che nei primi nove mesi di quest’anno segnano una dominuzione dell’8,2%. A settembre c’è una netta flessione di richieste di mutui e surroghe, che diminuiscono del 13,8% soprattutto per un minore interesse delle famiglie verso la rottamazione dei vecchi mutui. Allo stesso tempo, il terzo trimestre dell’anno segna una crescita complessiva dell’importo medio chiesto, che si attesta a attesta a 125.449 euro (+1,6% rispetto al medesimo periodo 2016). (altro…)



Mutui, Facile.it: in Italia costano meno. Fuori Europa tassi a doppia cifra

martedì, 26 settembre, 2017

I mutui in Italia costano meno e i tassi applicati dalle banche che operano nel nostro Paese sono, ad oggi, fra i più convenienti, con oscillazioni comprese fra lo 1,03% ed il 2,08% a seconda dell’istituto e del tipo di tasso scelto. Considerando un immobile di valore pari a 180.000 euro, una richiesta di mutuo di 120.000 euro ed un piano di restituzione ventennale, in Italia questo finanziamento oggi è indicizzato con TAEG compresi fra 1,03% e 1,10% se a tasso variabile e fra 2,01% e 2,08% se a tasso fisso. (altro…)



Abi: 14mila famiglie hanno sospeso rate di mutui o credito al consumo

lunedì, 17 luglio, 2017

Oltre 14 mila famiglie hanno sospeso le rate della quota capitale del mutuo, o del finanziamento di credito al consumo, come effetto dell’accordo stipulato fra Associazione bancaria italiana (Abi) e associazioni dei consumatori. Questo quanto evidenzia il nuovo monitoraggio dell’Accordo per la “Sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie”. “Banche fortemente impegnate, in collaborazione con numerose Associazioni dei consumatori, per rafforzare la fiducia e contribuire a consolidare la crescita, confermando innovative capacità di intervento a favore delle famiglie sul versante della sostenibilità delle rate”, commenta l’Abi. (altro…)



Notariato, Rapporto dati statistici: fotografia di compravendite, mutui e donazioni

giovedì, 6 luglio, 2017

Atti immobiliari e finanziamenti mutui rappresentano oltre il 46% delle transazioni assoggettate a registrazione fiscale nel 2016. Di queste, sono 227.529 gli atti che riguardano il mondo societario, quasi il 40% è rappresentato invece da atti di altra natura legati alla pubblica funzione, per la maggior parte di impatto economico limitato. (altro…)



HC Casa&Condominio. Come ottenere un mutuo per consolidare i debiti

martedì, 23 maggio, 2017

Nuovo numero della rubrica “HC Casa&Condominio” grazie alla quale portiamo alla vostra attenzione interessanti informazioni che riguardano la gestione delle nostre abitazioni e non solo. Oggi vi proponiamo un articolo che può aiutare a chiarire alcuni aspetti legati allo strumento del mutuo per il consolidamento dei debiti”. (altro…)



Mutui, Abi-Consumatori: rate sospese per 147 mila famiglie dal 2009 al 2016

lunedì, 20 marzo, 2017

Fra il 2009 e il 2016 sono 147.431 le famiglie che hanno sospeso il pagamento delle rate del mutuo per un totale di 14,8 miliardi di euro di debito residuo e 829 milioni di euro di liquidità messa a disposizione degli stessi nuclei familiari: questi i risultati delle iniziative che fanno capo al progetto “CREDIamoCi”, nato dalla comune collaborazione tra Abi e Associazioni dei Consumatori tra il 2009 e il 2016. (altro…)



Mutui a tasso variabile, Antitrust accetta impegni di Unipol Banca

venerdì, 17 febbraio, 2017

Mutui a tasso variabile: l’Autorità Antitrust ha accolto gli impegni di Unipol Banca per le clausole floor ed Euribor negativo. Ci saranno un’integrazione della documentazione precontrattuale e contrattuale rivolta ai consumatori e, per alcuni (coloro che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile dal 1° aprile 2015  al 30 settembre 2016) il riconoscimento di una somma straordinaria una tantum. (altro…)



Barometro Crif: nel 2016 domande di mutui a più 13,3%

lunedì, 23 gennaio, 2017

Il 2016 segna numeri in positivo per il credito alle famiglie: le richieste di nuovi mutui e le surroghe sono aumentate del 13,3% rispetto all’anno precedente, mentre la domanda di prestiti è aumentata del 7,4%. Sale un po’, dopo anni di flessione, l’importo medio dei mutui richiesti, che a dicembre si aggira sui 125 mila euro, mentre si attesta a circa 8400 euro l’importo medio dei prestiti richiesti, anch’esso in crescita rispetto al 2015 anche se distante dai quasi 9500 euro che venivano chiesti prima che la crisi economica mordesse. (altro…)



Assofin- Prometeia: cresce il credito al consumo, su i mutui immobiliari

martedì, 13 dicembre, 2016

Il mercato del credito alle famiglie è in ripresa. Aumenta il credito al consumo, trainato soprattutto dall’acquisto di auto e moto, si consolidano i prestiti personali e accelerano i mutui per l’acquisto di casa, mentre il bacino delle surroghe si sta riducendo. I dati dell’Osservatorio sul Credito Assofin, CRIF e Prometeia dicono che “nei primi nove mesi del 2016 si sono rafforzati i segnali di ripresa del mercato del credito alle famiglie già evidenziati durante i precedenti trimestri”. Il credito al consumo consolida la tendenza alla crescita  e segna più 17,5% nei primi nove mesi dell’anno, mentre c’è un aumento netto (più 34,9%) per i mutui immobiliari d’acquisto. (altro…)



CRIF: aumenta richiesta di mutui e surroghe. Importo medio: 125 mila euro

lunedì, 5 dicembre, 2016

C’è un generale ritorno d’interesse verso il mattone. A novembre aumentano le richieste di nuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un più 13,2% rispetto allo stesso mese del 2015. Aumenta anche l’importo medio richiesto, che si attesta poco sopra i 125 mila euro: in aumento, anche se lontano dai record degli anni passati. Allo stesso tempo, c’è da considerare che molte richieste sono surroghe e hanno importi inferiori. I dati vengono dal sistema di informazioni creditizie di CRIF. (altro…)



DDL Concorrenza, Fiaip: “Governo consegna mercato immobiliare alle banche”

lunedì, 25 luglio, 2016

Il Presidente Nazionale Fiaip Paolo Righi intervenendo oggi su LA7 a “L’Aria d’Estate”, ha criticato il DDL concorrenza nella parte in cui prevede l’ingresso di alcune banche nel settore immobiliare con il problema dei crediti deteriorati del sistema bancario. Righi ricorda che nel 2009 negli Usa l’amministrazione Obama, dopo il tracollo finanziario del 2008, ha vietato agli istituti di credito di essere proprietari di agenzie immobiliari, per evitare nuovi scandali stile Subprime. (altro…)



Bussola mutui CRIF: spread negativi ma la domanda di nuovi mutui cala

mercoledì, 20 luglio, 2016

Euribor e IRS ai valori minimi storici (IRS a 20 anni di poco superiore allo 0,7% ed Euribor 3 mesi a -0,29%) e politiche commerciali aggressive da parte delle principali banche continuano a creare anche nel secondo trimestre 2016 condizioni ottimali per privati e famiglie che intendono sottoscrivere un nuovo mutuo per l’acquisto della casa. (altro…)



Mutui, Avvocato UE: clausole di “tasso minimo” abusive, ma non retroattive

mercoledì, 13 luglio, 2016

Secondo l’avvocato generale della Corte di Giustizia UE, la limitazione temporale degli effetti della nullità delle clausole di “tasso minimo” inserite nei contratti di mutuo in Spagna è compatibile con il diritto comunitario. Gli interessi macroeconomici in gioco connessi alla diffusione dell’uso di tali clausole giustificano, segnatamente, questa limitazione. (altro…)



Decreto mutui, UNC: Bankitalia e Mef coinvolgano le associazioni dei consumatori

lunedì, 9 maggio, 2016

Un incontro con la Banca d’Italia e con il Ministero dell’Economia. È questa la richiesta dell’Unione Nazionale dei Consumatori, avanzata in vista della stesura dei due provvedimenti attuativi necessari per poter completare il processo che recepisce la direttiva Ue del 2014 riguardante i mutui e l’inadempienza dei clienti. “Un fatto positivo, se sarà ascoltata la voce dei consumatori”, dichiara Massimiliano Dona, segretario nazionale dell’associazione. (altro…)



Mutui, Confconsumatori: attenzione al tasso minimo sui variabili. Possibili rimborsi

mercoledì, 27 aprile, 2016

Occhio al tasso minimo sui mutui variabili. In alcuni casi sono stati applicati interessi non allineati con le previsioni contrattuali e il risultato, in pratica, è che chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile non ha pagato di meno, quando invece avrebbe potuto. La denuncia è di Confconsumatori che ricorda come ai primi mesi del 2015 si sia registrata una sensibile diminuzione dei principali tassi del mercato interbancario, tra i quali l’Euribor. Di conseguenza, chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile avrebbe dovuto pagare di meno. Circostanza che in alcuni casi non si è verificata. (altro…)