1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Fisco’

Lav in piazza a marzo: “Un fisco amico degli animali”

mercoledì, 14 febbraio, 2018

Serve un fisco amico degli animali. Perché gli amici a quattro zampe che popolano le case italiane – un terzo delle famiglie italiane vive in compagnia, specialmente di cani e gatti – non possono essere considerati beni di lusso come invece sembra andato a guardare aliquote Iva, costi dei farmaci veterinari e detrazioni fiscali effettive. Questo il messaggio della Lav, che sarà in piazza nel fine settimana del 10 e 11 marzo e in quello successivo con la petizione “un fisco non più nemico dei quattrozampe” e le uova di Pasqua dell’associazione. La Lav chiederà al Parlamento misure che tutelino i diritti degli animali e delle loro famiglie. (altro…)



Accertamento tributi erariali: nuovo protocollo d’intesa tra Entrate, Gdf, Anci e Ifel

giovedì, 8 febbraio, 2018

Segnalazioni qualificate, formazione mirata con l’utilizzo delle best practice e delle nuove tecnologie, rafforzamento della rete dei referenti a livello territoriale che lavoreranno in sinergia in ogni fase del processo, coordinamento e indirizzo strategico-operativo da parte del gruppo di lavoro: sono questi i punti chiave del nuovo Protocollo d’intesa triennale firmato oggi da Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza, Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale). L’obiettivo condiviso è quello di dare una nuova spinta alla partecipazione degli Enti locali all’accertamento dei tributi erariali. (altro…)



Phishing, Agenzia delle Entrate: attenzione a false email, cestinarle senza aprirle

lunedì, 5 febbraio, 2018

Nuovi tentativi di phishing con email che sembrano inviate dall’Agenzia delle Entrate ma che, in realtà, fanno scaricare a chi le apre un virus informatico. L’allerta è arrivato nei giorni scorsi dalla stessa Agenzia, che invita a prestare particolare attenzione a messaggi che nascondono un tentativo di truffa. Negli ultimi giorni sono infatti tornate a circolare false email, apparentemente provenienti da Agenzia Entrate o AGENZIA ENTRATE GOV, che invitano gli utenti ad aprire un collegamento che una volta selezionato fa scaricare un virus informatico. (altro…)



Fisco, Agenzia Entrate: entro 8 febbraio invio dati su spese sanitarie

giovedì, 1 febbraio, 2018

I dati delle spese sanitarie dovranno essere inviati all’Agenzia delle Entrate entro l’8 febbraio. E i contribuenti potranno opporsi all’uso di tali dati nel 730 precompilato entro l’8 marzo. Questi i due termini decisi dall’Agenzia, che in un provvedimento firmato ieri ha stabilito che i soggetti tenuti alla trasmissione delle spese sanitarie avranno più tempo per inviare i dati relativi al 2017. In particolare, gli operatori, rispetto alla scadenza prevista del 31 gennaio, avranno 8 giorni in più per l’invio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel 2017. (altro…)



Animali domestici, LAV: i “figli” a quattro zampe tassati come beni di lusso

mercoledì, 31 gennaio, 2018

Teneri, piccoli (ma anche grandi) e adorabili: gli animali domestici sono una vera e propria passione per gli italiani e si confermano parte integrante delle scelte di vita quotidiana per almeno una famiglia su tre. Secondo i dati Eurispes diffusi nella trentesima edizione del Rapporto Italia, circa 3 italiani su 10 hanno accolto un animale domestico in casa (32,4%). Si tratta in prevalenza di cani (63,3%) e gatti (38,7%), senza trascurare altri animali come uccelli (6,2%), conigli (5,9%), tartarughe (5%) e pesci (4,8%): un fenomeno quantificabile in milioni di animali, che per molti sono diventati componenti della famiglia a pieno titolo.

(altro…)



Online sul sito dell’Agenzia delle Entrate i nuovi modelli Redditi 2018

mercoledì, 31 gennaio, 2018

Arrivano sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, in versione definitiva, i modelli Redditi 2018 per le persone fisiche (PF), gli enti non commerciali (ENC), le società di persone (SP) e le società di capitali (SC) con le relative istruzioni, da utilizzare nella prossima stagione dichiarativa, per il periodo d’imposta 2017. Tra le novità di quest’anno, l’introduzione di una sezione dedicata agli affitti brevi e alcune variazioni che interessano le detrazioni relative al rischio sismico. Online anche i modelli CNM 2018 (Consolidato nazionale e mondiale) e IRAP 2018. Spazio ad affitti brevi e cedolare secca. (altro…)



Fisco, Agenzia delle Entrate: al via spesometro light, slitta termine 28 febbraio

venerdì, 19 gennaio, 2018

È online sul sito di Agenzia delle entrate la bozza del provvedimento che illustra le regole tecniche semplificate per la trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle eventuali successive variazioni.La bozza recepisce le novità introdotte dal decreto-legge n. 148 del 2017 finalizzate a semplificare il set informativo da trasmettere. (altro…)



Ikea, Commissione Ue avvia indagine per evasione fiscale in Olanda

lunedì, 18 dicembre, 2017

La Commissione europea ha aperto un’indagine approfondita sul trattamento fiscale applicato dall’Olanda a Inter Ikea, uno dei due gruppi che operano il business di Ikea. Secondo la Commissione due decisioni fiscali ad hoc hanno permesso a Inter Ikea di pagare meno tasse del dovuto, garantendole, con una violazione delle regole europee degli aiuti di Stato, un vantaggio fiscale illegale.La commissaria Margrethe Vestager, ha dichiarato: “Tutte le aziende, grandi o piccole, multinazionali o no, devono pagare la giusta quantità di tasse”. (altro…)



Amazon pagherà al fisco italiano 100mln di euro. UNC: altro passo verso web tax

venerdì, 15 dicembre, 2017

Amazon pagherà nel complesso 100 milioni di euro per chiudere le controversie con l’Agenzia delle Entrate relative ai pagamenti di imposte del periodo 2011-15. Gli importi, spiega l’Agenzia delle Entrate in una nota, sono riferibili sia ad Amazon EU S.ar.l che ad Amazon Italia Services srl. (altro…)



Tari “gonfiata”, MDC: stop alla minaccia di aumenti per il 2018

lunedì, 4 dicembre, 2017

Non ci devono essere aumenti della tariffa rifiuti per il 2018 per compensare quanto sarà dovuto ai contribuenti per i rimborsi della “Tari gonfiata”. I Consumatori lo hanno chiesto da subito. E ora anche dal Ministero dell’economia e delle Finanze arriva la conferma che il mancato gettito della Tari può essere caricato negli anni successivi solo se dipende da una riduzione delle superfici imponibili o da eventi imprevedibili. A evidenziare gli ulteriori sviluppi del caso è il Movimento Difesa del Cittadino, che continua a lavorare con gli sportelli SOS Tari. (altro…)



Rifiuti, Cittadinanzattiva: tariffa media 300 euro l’anno ma tante differenze

sabato, 25 novembre, 2017

Quest’anno la tassa sui rifiuti costa in media 300 euro l’anno a famiglia. Una situazione di sostanziale stabilità rispetto al 2016, anche se quello che incide molto sono le differenze fra regione e regione e fra città e città. Nella città più cara, Cagliari, la Tari comporta una spesa di ben 549 euro, lontanissimo dalla tariffa che invece si paga a Belluno, che si ferma a 149 euro. Nelle città dove i rifiuti costano di più, quasi tutte al Sud, la cifra è sempre superiore ai 430 euro. Nelle città meno care la tariffa oscilla sotto i 200 euro l’anno. (altro…)



Tari “gonfiata”, Mef: la parte variabile si applica una sola volta

sabato, 25 novembre, 2017

La parte variabile della Tari, la tariffa sui rifiuti, va calcolata una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica. Il Dipartimento Finanze del Ministero dell’Economia ha pubblicato la circolare che illustra la corretta modalità applicativa della Tari, la tassa sui rifiuti, finita nell’occhio del ciclone nelle ultime settimane a causa dell’errato conteggio fatto da alcuni Comuni, che hanno computato la quota variabile sia in relazione all’abitazione che alle pertinenze (cantine, garage) determinando in tal modo una tassa più alta. (altro…)



Tari “gonfiata”, Adoc: “Bisogna adottare tariffazione puntuale”

sabato, 18 novembre, 2017

Adottare la tariffazione puntuale, basata sulla misurazione puntuale della quantità di rifiuti conferita, come soluzione ai problemi di tariffa e come modo più equo di pagare: questo il suggerimento dell’Adoc nei confronti della caso “Tari gonfiata” che sta mobilitando le associazioni dei consumatori. “L’incidente di percorso sulla Tari, con calcoli sballati sulle quote variabili, ha mostrato tutta la necessità di superare un meccanismo inadeguato ed iniquo – dice l’associazione – che individua quali parametri per il pagamento solo i metri quadri dell’abitazione e il numero dei componenti familiari”. (altro…)



Tari “gonfiata”, MDC: “A Roma il consumatore non sa se la tassa è giusta o no”

sabato, 18 novembre, 2017

Il caso “Tari gonfiata” continua a tenere banco. La denuncia è stata fatta da giorni: nei Comuni che hanno fatto pagare più volte la quota variabile della tariffa rifiuti, questa è lievitata. Sono stati promessi rimborsi ma si temono aumenti per l’anno prossimo. Le associazioni dei consumatori si sono mobilitate e promettono battaglia. Denuncia oggi il Movimento Difesa del Cittadino: “Alle città coinvolte si potrebbe aggiungere anche Roma”. (altro…)



Rifiuti, Federconsumatori: costo medio di 320 euro a famiglia

venerdì, 17 novembre, 2017

La sensibilità degli italiani nei confronti della raccolta differenziata dei rifiuti è sempre più alta. L’attenzione verso il riciclo e il riuso sta aumentando ma tutto questo non sempre è visibile sull’andamenti dei costi sostenuti. Quanto pesa  la Tari per gli italiani? In media poco più di 320 euro per una famiglia di tre persone che vive in 100 mq, che diventano 145 euro per una persona che viva da sola in 60 mq. Ma con molte e ampie differenze fra città e città. A dirlo è l’indagine di Federconsumatori su “Servizi e tariffe dei rifiuti”. (altro…)



Arriva l’ok della commissione Bilancio: bolletta telefono e pay tv torna mensile

mercoledì, 15 novembre, 2017

Torna la bolletta mensile per i servizi telefonici e la pay tv. Ieri, infatti, la commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera all’emendamento che ripristina la fatturazione a 30 giorni. Se ci dovessero essere variazioni illegittime rispetto a quanto stabilito, si applicherà un indennizzo forfetario pari a 50 euro, maggiorato di 1 euro al giorno oltre la scadenza indicata dall’Agcom per cessare la condotta indebita. (altro…)



Comuni incapaci di riscuotere multe, Unirec: “Usare lo strumento stragiudiziale”

mercoledì, 8 novembre, 2017

Nel 2016, i comuni italiani sono riusciti ad incassare appena una multa su tre. Inoltre, quasi il 33% delle tariffe e il 27% delle tasse che risultano non pagate. (altro…)



Legambiente, la proposta: Iva al 4% su latte vegetale, usato e sharing mobility

martedì, 7 novembre, 2017

Riduzione dell’Iva sui prodotti a basso impatto ambientale. Per valorizzare l’economia circolare e gli investimenti nella produzione e nel consumo sostenibile, Legambiente propone una riduzione dell’Iva su prodotti biologici e a basso impatto ambientale: bevande di origine vegetale, pellet di legno, ma anche operatori dell’usato e sharing mobility. Le proposte sono contenute nel documento “Il clima non può aspettare” che l’associazione ha diffuso in occasione della legge di Bilancio. (altro…)



Fisco, CGIA: novembre “mese delle tasse”. Si verseranno 55 mld

lunedì, 30 ottobre, 2017

Acconto Ires, Iva, ritenute dipendenti e collaboratori, acconto Irpef, addizionale regionale Irpef. E poi ancora ritenute lavoratori autonomi e addizionale comunale Irpef. E l’elenco non è neanche esaustivo. Anche quest’anno a novembre arriva il “mese delle tasse”, quello in cui si concentra una serie impressionante di scadenze fiscale. A riepilogarlo è l’Ufficio studi CGIA. Fra gli acconti e le addizionali Irpef, l’Ires, l’Iva, l’Irap e le ritenute di imposta i lavoratori dipendenti, gli autonomi, le imprese e i possessori di altri redditi saranno chiamati a versare all’erario 55 miliardi di euro solo a novembre. (altro…)



Prescrizione multe e tasse, MC: non si scarichi sui cittadini inefficienze di Equitalia

sabato, 28 ottobre, 2017

Un emendamento alla legge di Bilancio 2018, che nelle prossime ore approderà in Parlamento, potrebbe prevedere che il termine di prescrizione di tasse e di sanzioni diventi decennale quando la cartella sia stata notificata e non opposta nei termini di legge. La nuova norma si applicherà, ad esempio, alla tassa automobilistica che oggi ha termine di prescrizione di tre anni. Ma non solo, anche alle sanzioni del Codice della strada, a quelle per emissioni assegni a vuoto, per i contributi Inps, per i premi Inail, per la quota prevista per la refezione scolastica, alla Tarsu, Tari, Imu che oggi hanno termine di prescrizione di cinque anni. (altro…)



Bollo auto, prescrizione a 10 anni? Adoc: “Ignorata sentenza Cassazione”

sabato, 28 ottobre, 2017

La prescrizione del bollo auto potrebbe passare da tre a dieci anni. È quanto prevede la bozza della nuova legge di Bilancio nella quale il Governo, tramite una norma di interpretazione autentica, con effetto retroattivo, ha allungato il tempo di prescrizione del bollo auto fino a dieci anni. Questo per chi non ha pagato fino al 31 dicembre 2017. Poi la prescrizione tornerà triennale. Protesta l’Adoc: “Si genera iniqua disparità di trattamento fra contribuenti”. Il meccanismo è spiegato bene da La Legge per tutti. Il Governo, si legge nell’approfondimento pubblicato oggi, “ha modificato i termini di prescrizione in via retroattiva, ossia per le cartelle già notificate. (altro…)



Tassa rifiuti: Tari gonfiata da moltiplicazione della quota variabile

sabato, 28 ottobre, 2017

I conti li ha fatti il Sole 24 Ore: la Tari “gonfiata” arriva a costare, a una famiglia di quattro persone, oltre 280 euro in più. E la Tari, la tariffa dei rifiuti, si “gonfia” quando la quota variabile della tariffa viene fatta pagare più volte calcolandola non una sola volta per tutta l’abitazione, ma replicandola per cantine e garage. Di cosa si tratta? La questione è scaturita da un question time cui ha risposto il sottosegretario all’Economia Pier Carlo Baretta. Che ha spiegato come nella Tares, e quindi nella  Tari che l’ha sostituita, “la parte variabile della tariffa va computata una sola volta, considerando l’intera superficie dell’utenza composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze situate nello stesso Comune”. (altro…)