Consob-CNCU: una “Carta” per investitori più consapevoli

Una “Carta degli investitori” che costituisca un punto di riferimento per i piccoli risparmiatori in materia di educazione finanziaria, di rapporti con gli intermediari e con l’autorità di vigilanza: questo l’obiettivo che Consob ha presentato nei giorni scorsi a Roma alle associazioni dei consumatori riunite nel Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (CNCU) nel corso del primo incontro di avvio di un Tavolo di lavoro permanente, appositamente costituito. L’obiettivo della Carta è informare gli investitori in modo tale da renderli più consapevoli dei propri diritti, delle loro concrete modalità di esercizio e, qualora necessario, delle forme di tutela più consone per la difesa delle proprie prerogative. Il progetto è volto a riorganizzare in modo sistematico le diverse iniziative di educazione all’investitore già intraprese, anche attraverso un’estesa campagna di sensibilizzazione basata su un più efficiente utilizzo della tecnologia per la comunicazione al pubblico.

Consob intende con ciò contribuire ad innalzare le “difese immunitarie” del sistema finanziario nazionale nonché rafforzare la propria capacità di cogliere i segnali provenienti dall’esterno e di agire prontamente al loro manifestarsi.

Le altre aree d’interesse in cui Consob intende sviluppare la propria collaborazione con le associazioni dei consumatori sono:

  • la valorizzazione di un più efficace sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie con gli intermediari, tramite lo studio di una nuova possibile configurazione legale della Camera di conciliazione e arbitrato;
  • la rivisitazione delle modalità di trattazione degli esposti dei risparmiatori, facendo leva sulle sinergie tra autorità di vigilanza e associazioni.

Il dialogo proseguirà nei prossimi mesi attraverso la piena operatività del Tavolo, che approfondirà i singoli temi per concludere i lavori entro l’anno.

Critica rispetto all’iniziativa Federconsumatori che ha commentato: “I momenti di confronto con le Autorità sono un momento importante per i consumatori. A condizione, però, che le Autorità vogliano sentire, discutere e conseguire risultati, altrimenti costituiscono solamente materiale per comunicati stampa con i quali si contrabbanda come effettivo un interesse solo formale nei confronti delle esigenze dei consumatori. Sotto questo profilo, l’incontro di giovedì è stato ancora una volta deludente”. L’Associazione chiede di sapere la posizione ufficiale dell’Istituto sugli scenari di probabilità che “costituiscono uno strumento imprescindibile, sia per l’effettiva tutela dei risparmiatori, sia per indirizzare le scelte di chi governa le imprese”.

Comments are closed.