Acqua potabile, in arrivo il contatore Idro Smart Meter

Acqua potabile, in arrivo il contatore Idro Smart Meter

Secondo un’indagine Istat relativa al periodo 2015-2018, l’Italia è al primo posto nell’Ue per i prelievi di acqua a uso potabile dalle fonti di approvvigionamento: 428 litri per abitante al giorno. Tuttavia, poco meno della metà di tale volume (47,9%) non raggiunge gli utenti finali a causa delle dispersioni di rete. Pertanto l’erogazione giornaliera per uso potabile è quantificabile in 220 litri per abitante.

Per consentire un possibile risparmio, è necessario fornire al consumatore informazioni dettagliate sui propri consumi idrici in casa, anche per poter individuare eventuali malfunzionamenti. Per questo ENEA ha brevettato l’Idro Smart Meter, il nuovo contatore intelligente che integra in una Smart Home anche i dati sull’acqua, oltre a quelli su elettricità e gas.

“Da alcuni anni si parla di smart meter, ovvero contatori intelligenti, riferendosi in genere ai contatori dell’energia elettrica e del gas, meno a quelli idrici. L’utilizzo dell’Idro Smart Meter è in effetti facilmente integrabile in una Smart Home, provvedendo così all’automazione della gestione della risorsa idrica per individuare e prevenire consumi nascosti non richiesti e per scongiurare allagamenti improvvisi, soprattutto in assenza dell’utente”, spiega Sabrina Romano in una nota, ricercatrice ENEA del Laboratorio Smart Cities and Communities.

 

acqua potabile Idro Smart Meter

 

Idro Smart Meter, come funziona

Idro Smart Meter – spiega ENEA – prevede una componente “hardware” da installare al posto (o subito a valle) del contatore dell’acqua preesistente e un’altro software implementato su una piattaforma cloud, dove risiedono i programmi di calcolo e vengono integrate le informazioni provenienti anche dagli altri contatori presenti nell’abitazione. Il software prevede una fase di apprendimento dei profili dei carichi idrico, elettrico e gas specifici dell’abitazione monitorata.

“Il sistema così strutturato è in grado di individuare perdite sia di bassa portata che massive, quest’ultime da imputare ad una rottura improvvisa, al fine di inviare allarmi e, se abilitato, anche di chiudere l’impianto azionando un’elettrovalvola per bloccare l’afflusso dell’acqua nell’abitazione”, prosegue Romano.

Il sistema hardware – conclude ENEA – è anche dotato di Energy Harvesting assolutamente sufficiente ad assicurare il completo funzionamento del sistema, con l’unico onere della sostituzione della batteria tampone ogni quattro anni circa.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

1 thought on “Idro Smart Meter, in arrivo il contatore per monitorare i consumi idrici in casa

Parliamone ;-)