Turismo in ripresa, Assoturismo-CST: attese 13,8 milioni di presenze durante le feste

Turismo in ripresa, Assoturismo-CST: attese 13,8 milioni di presenze durante le feste

Turismo in ripresa, Assoturismo-CST: attese 13,8 milioni di presenze durante le feste

Le previsioni delle imprese ricettive sul turismo sono positive, soprattutto grazie dall’incremento delle presenze estere. Le città e i centri d’arte dovrebbero registrare un incremento del +11%, mentre per le località di montagna si prevede un aumento del +8,4%

Il turismo italiano accelera per le feste, anche grazie al ritorno dei viaggiatori stranieri. Le previsioni delle imprese ricettive sui flussi turistici sono positive: tra Natale, Capodanno ed Epifania sono attese 13,8 milioni di presenze nelle strutture ufficiali, il +8,1% rispetto al 2021. Una crescita trainata dall’incremento delle presenze estere (+19,5%), che in alcune città d’arte sono tornate ai livelli del 2019.

A stimarlo per Assoturismo Confesercenti è il Centro Studi Turistici di Firenze, sulla base di un’indagine condotta su un campione di 1.334 imprenditori della ricettività.

Turismo, le stime per le feste natalizie 2022

Secondo le stime diffuse da Assoturismo Confesercenti la domanda italiana resta maggioritaria: complessivamente, nelle strutture sono attese 8,6 milioni di presenze di turisti italiani, il 62,3% del totale, con una crescita del +2,2% rispetto allo scorso anno. Ma l’incremento più alto è segnato dai visitatori stranieri: i flussi dall’estero, infatti, sono stimati in crescita del +19,5% per queste feste, per un totale di oltre 5,2 milioni di presenze.

Aumentano in particolar modo le presenze di tedeschi e francesi, ma anche svizzeri, britannici, olandesi e belgi. Tra i mercati extraeuropei, invece, le segnalazioni di aumento più significative sono per il mercato statunitense, con un gran ritorno dei turisti USA soprattutto nelle città d’arte. Qualche primo segnale di ripresa anche per i mercati di Canada, Brasile e Cina.

Quali sono le mete più gettonate?

Per quanto riguarda le destinazioni dei turisti, le città e i centri d’arte dovrebbero registrare un incremento del +11%, mentre per le località di montagna si prevede un aumento del +8,4%. Buone aspettative anche per le località di collina/campagna e dei laghi, con un incremento rispettivamente del +7,2% e del +6,2%. Aumenti più contenuti, ma comunque rilevanti, per località termali (+5,3%), marine (+5%) e le località ad Altro Interesse (+3,1%). In generale, la tendenza risulterebbe leggermente migliore per le strutture extralberghiere (+9,1%) che per le alberghiere (+7,7%).

 

Assoturismo-CST
Fonte: Assoturismo-CST

 

Dall’indagine emerge anche un andamento abbastanza uniforme nelle diverse aree del Paese: le previsioni migliori sono delle imprese del Centro (+9,1%) e del Nord Ovest (+8,2%), ma un trend positivo è atteso anche nel Nord Est (+7,9%) e nelle regioni del Sud e delle Isole (+6,7%). Una certa differenziazione si rileva, invece, in merito alla presenza dei turisti stranieri: nelle aree del Nord Est e del Nord Ovest la quota della domanda estera è stata segnalata rispettivamente al 42% e al 40%. Nelle regioni del Centro dovrebbe attestarsi al 33%, mentre al Sud e Isole scenderebbe al 19%.

Una guida per vacanze sicure

La maggior parte dei consumatori preferisce acquistare il suo viaggio online. Attenzione, dunque, alle possibili truffe, soprattutto in questo periodo dell’anno. Consumerismo no profit ha preparato alcuni semplici consigli per evitare spiacevoli soprese: prediligere note piattaforme di prenotazione e scaricare l’applicazione; accertarsi che l’indirizzo del sito internet sia preceduto da “https” con un lucchettino che ne identifica l’affidabilità; leggere attentamente le condizioni contrattuali del servizio; dopo aver scelto il servizio, non proseguire mai il contatto con la struttura o con il fornitore fuori dalla piattaforma, via email o altro strumento; attenersi alle indicazioni fornite dalla piattaforma per il pagamento e prediligere pagamenti con carte di credito prepagate o paypal; accertarsi della presenza della struttura anche accedendo alle mappe digitali; leggere le recensioni degli utenti sulla struttura; verificare attentamente, prima di pagare, i servizi inclusi nel prezzo che ci viene richiesto e l’eventuale costo di servizi extra di cui potremmo voler beneficiare una volta giunti a destinazione; provvedere a segnalare eventuali disservizi alla piattaforma, al fine di ottenere in tempi rapidi una soluzione riparativa; nel caso in cui il problema non venga risolto già in viaggio, provvedere al rientro ad inviare immediatamente una contestazione formale, al fine di poter richiedere il giusto risarcimento.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)