L’inflazione cambia il Natale: regali utili e attenzione al budget (fonte immagine Pixabay)

L’inflazione cambia il Natale degli italiani. Addio agli eccessi nei regali, che saranno all’insegna dell’utilità nella vita quotidiana e dell’attenzione al budget – soprattutto per le generazioni più giovani, i ventenni e i trentenni. Oltre metà degli italiani (53%) regalerà prodotti che possano essere usati nella vita di tutti i giorni. Molti ridimensioneranno le spese, inevitabimente. È quanto emerge da una nuova ricerca condotta da Klarna, società globale nei servizi bancari, di pagamento e di shopping, per indagare come i consumatori stiano affrontando le spese natalizie nel 2022.

Il periodo storico attuale apre le porte a nuovi modelli di consumo, dice la ricerca. Otto italiani su dieci (84%) hanno dichiarato che l’inflazione influirà sugli acquisti natalizi. Pur trattandosi di un trend diffuso a livello globale (78%), l’Italia si rivela tra i Paesi più colpiti dall’aumento dei prezzi, seconda solo a Portogallo (89%) e Irlanda (87%).

Queste dinamiche hanno portato i consumatori a rivedere le proprie abitudini e priorità: un italiano su due regalerà infatti prodotti che possano essere utilizzati nella vita di tutti i giorni (53%) e ridurrà la spesa destinata a regali non essenziali (49%).

 

Holiday budgets. Klarna 2022

 

I giovani sono i più attenti al budget

Nonostante l’incertezza economica, dice la ricerca, in Italia i giovani sembrano i più disposti a spendere per il Natale 2022, tanto che il 29% della Gen Z e il 20% dei Millennials prevedono di spendere di più quest’anno rispetto al 2021. La maggiore disponibilità economica è però accompagnata da una migliore organizzazione delle proprie finanze: quasi la totalità della Gen Z (94%) e dei Millennials (93%) riconosce l’utilità di stabilire un budget per le proprie spese natalizie.

«La nostra indagine ha evidenziato tendenze di acquisto fortemente influenzate dal contesto storico ed economico in cui stiamo vivendo – ha detto Luigi Traldi, Country Manager Italia di Klarna – In particolare, quest’anno in vista del Natale i consumatori non rinunciano alla tradizione dei regali, ma dimostrano un’attenzione maggiore alle spese: budget ridotti e meglio organizzati condurranno ad acquisti più consapevoli e a una gestione migliore delle finanze».

Fra le scelte di acquisto, il 53% degli italiani comprerà regali essenziali e utili nella vita di tutti i giorni; il 49% ridurrà le spese su voci non essenziali; il 38% farà meno acquisti e il 33% comprerà solo prodotti in saldo.

Un altro dato evidenziato dalla ricerca riguarda la “rivoluzione smartphone”. Più di tre quarti degli italiani (78%) trova utili le app che consentono di comparare i prezzi e identificare l’articolo più economico, mentre il 72% apprezza poter ricevere notifiche sull’abbassamento dei prezzi per i propri prodotti preferiti. L’Italia però è uno dei Paesi che fa ancora poco uso delle app per la gestione delle finanze (17% vs media globale del 26%).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)