Vacanze estive, Adiconsum: in Sardegna le tariffe più care per l'autonoleggio

Vacanze estive, Adiconsum: in Sardegna le tariffe più care per l'autonoleggio

Viaggiare può essere costoso, anche in base alla località scelta per le vacanze. Quest’anno la Sardegna si conferma una meta estiva salatissima, non solo a causa del caro-trasporti, con i prezzi di aerei e traghetti che hanno raggiunto livelli molto elevati, ma anche per i costi dei servizi di autonoleggio.

La denuncia arriva oggi da Adiconsum Sardegna, che ha svolto una indagine mettendo a confronto le tariffe per il noleggio di una vettura ad agosto, nelle principali località turistiche italiane ed estere.

Sardegna on the road, quanto costa l’autonoleggio?

Secondo l’analisi di Adiconsum, per noleggiare una automobile di piccola cilindrata (citycar o utilitaria) per 7 giorni, nel periodo compreso tra il 13 e il 20 agosto 2022, si spende ad Olbia (aeroporto) da un minimo di 699 euro a un massimo di 1.032 euro; mentre per una vettura di dimensioni maggiori, si va da un minimo di 1.107 euro ad un massimo 3.283. Costi che non considerano servizi aggiuntivi, quali assicurazioni supplementari, secondo guidatore, seggiolini e così via.

Situazione analoga ad Alghero: chi atterra all’aeroporto e vuole noleggiare una vettura, spende da un minimo di 699 euro a un massimo di 1.289 euro. A Cagliari si spende da un minimo di 692 euro a un massimo di 1.005 euro.

 

autonoleggio Sardegna

 

Meno care le altre località turistiche

Nelle stesse date – prosegue l’analisi dell’associazione – noleggiare una utilitaria in Salento (aeroporto di Brindisi) costa dai 624 ai 1.651 euro, a Palermo da 631 a 957 euro, a Catania da 645 a 897 euro. A Roma Fiumicino minimo 559 euro, massimo 793 euro, mentre se si noleggia l’auto a Malpensa il costo scende a 542 euro la tariffa minima e il costo massimo è di 831 euro.

Quindi, per noleggiare una piccola autovettura a Olbia si spende il +12% rispetto alla Puglia, +10,9% rispetto alla Sicilia, +25% su Roma e +29% su Milano.

“Dopo i prezzi di traghetti e aerei, anche il caro-noleggio minaccia il turismo in Sardegna – afferma il presidente di Adiconsum Sardegna Giorgio Vargiu – Chi, infatti, ha necessità di noleggiare una automobile per spostarsi e visitare l’isola deve sottostare a tariffe sensibilmente più elevate rispetto ad altre località a forte vocazione turistica, pur essendo il servizio reso agli utenti esattamente identico. Un elemento quello dei costi del noleggio che, unitamente a tariffe proibitive di traghetti e aerei, potrebbe allontanare i turisti dalla Sardegna e spingerli verso località più economiche e con prezzi a portata di famiglia”.

Male anche il confronto con le mete estere: rispetto alla Grecia (a Creta 490 euro 7 gg di noleggio) si spende in Sardegna fino al 42,8% in più, +19,4% rispetto alla Croazia (a Spalato 586 euro), +8,5% su Palma di Maiorca (645 euro), +11,1% su Ibiza (630 euro), e addirittura +231% su Malta, dove bastano appena 211 euro per noleggiare una auto per sette giorni.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)