Vacanze invernali: gli italiani tornano a viaggiare, vicini i livelli pre pandemia? (fonte immagine Pixabay)

L’inverno 2022/23 potrebbe giocare un ruolo chiave per il turismo: visto che la fase più acuta della pandemia è ormai lontana, infatti, gli italiani sono intenzionati a rimettersi in viaggio e trascorrere qualche giorno di relax lontano dalla routine quotidiana.

La conferma arriva anche da un’indagine Ipsos, secondo la quale il 34% degli intervistati ha espresso la volontà di partire per le vacanze invernali, non solo in occasione delle feste natalizie, ma anche nel periodo compreso tra gennaio e marzo 2023.

Se confermato nei fatti, questo dato rappresenterebbe un importante balzo in avanti rispetto ai due anni precedenti, riportando le percentuali ad avvicinarsi a quelle dei livelli pre-Covid.

Per quanto riguarda le mete più ambite, oltre al territorio italiano, che continua a intercettare un ampio numero di preferenze, si torna a guardare con attenzione sempre maggiore ai viaggi all’estero, in particolare per quello che riguarda le destinazioni europee.

Vacanze invernali: come si spostano gli italiani

Per raggiungere le mete prescelte, gli italiani dimostrano di prediligere l’aereo, il quale garantisce spostamenti rapidi, sicuri e spesso economicamente vantaggiosi. Per quanto riguarda gli spostamenti da e verso gli aeroporti, il mezzo d’elezione sembrerebbe essere invece la navetta.

L’ultimo periodo ha infatti visto un aumento esponenziale della domanda di servizi di bus navette aeroportuali, i quali riescono ad attrarre un numero crescente di utenti grazie ai numerosi vantaggi che offrono. Tra questi vi sono i collegamenti diretti tra le principali città e gli aeroporti, nonché le tariffe vantaggiose.

Una delle realtà di riferimento attiva da marzo 2022 anche in Italia è Flibco, azienda specializzata nel trasporto aeroportuale che fornisce un servizio rapido ed affidabile per raggiungere l’aeroporto di Malpensa dalla città di Torino.

I bus di flibco.com per la tratta Torino Milano Malpensa passano per tre fermate del capoluogo piemontese, tutte collocate in punti strategici della città, offrono il massimo comfort e si contraddistinguono per tariffe piuttosto competitive.

Il tutto con la possibilità di usufruire di:

  • Wi-Fi gratuito a bordo;
  • Molto spazio per i bagagli;

  • Prese della corrente per i dispositivi mobili.

Affidandosi a Flibco è possibile acquistare i biglietti sia online sia direttamente a bordo del bus: nel caso in cui si fosse acquistato un biglietto per una corsa precedente e la si fosse persa, sarà possibile riprogrammare oppure ricevere un rimborso completo.

Le mete più gettonate per l’inverno

Tra i paesi europei più gettonati per le vacanze invernali vi sono soprattutto senza dubbio:

  • Francia: continua a essere una delle mete preferite dagli amanti dello sci, ma non solo. Anche città d’arte come Parigi, Nizza e Lione attraggono molti turisti amanti dell’arte e della cultura durante la stagione invernale;

  • Spagna: le Isole Baleari e le Isole Canarie offrono temperature miti durante il mesi da noi rigidi, le quali ne fanno una destinazione ideale per chi vuole fuggire dal freddo;

  • Austria: una destinazione popolare per gli sport invernali grazie ai suoi numerosi stazioni sciistiche e paesaggi mozzafiato;

  • Germania: l’inverno in Germania non è solo sci e nemmeno solo Berlino, ma anche cittadine pittoresche come Heidelberg o Friburgo;

  • Danimarca: insieme agli altri Paesi del Nord Europa, diventa sempre più attraente per chi cerca il giusto mix tra cultura, gastronomia e interesse storico.

Guardando ai Paesi extraeuropei, invece, gli italiani premiano ancora una volta soprattutto il Nord America, trascorrendo le vacanze invernali tra Canada e Stati Uniti.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)