“La bicicletta salverà le nostre città”, dice il manifesto della Bicifestazione, la grande manifestazione si svolgerà sabato a Roma, a partire dalle ore 16, in Via dei Fori Imperiali, e che vedrà il mondo della bicicletta e della mobilità sostenibile manifestare per chiedere una profonda trasformazione nelle nostre città. “Vogliamo sicurezza, salute, socialità e bellezza – rivendica il manifesto – Questo è possibile riducendo la dipendenza degli italiani dall’auto, favorendo l’uso del trasporto pubblico, della bicicletta e dei piedi per muoversi in città”.

L’appello è dunque quello di favorire la mobilità in bici e a piedi, di aumentare tram e metropolitane, di avere percorsi ciclabili e città a misura di persone, nelle quali ci si muova meglio e ci sia più sicurezza soprattutto per i più deboli, anziani e bambini.

Alla manifestazione è arrivata l’adesione di Greenpeace, per la quale ridurre il numero di auto in circolazione è l’unico modo per avere aria più pulita e salvare il clima. L’organizzazione ambientalista, con la sua campagna CleanAirNow, sia in Italia che in Europa chiede da mesi ai sindaci delle maggiori città di indicare delle “date di scadenza” per i veicoli “fossili”, a cominciare dai diesel: un termine ultimo oltre il quale non sarà più consentito ai veicoli inquinanti circolare sulle nostre strade.

“Trasformare la mobilità non è e non sarà solo questione di combustibili. Dobbiamo cominciare a ridurre immediatamente il numero di veicoli privati, specie nel nostro Paese che ha un tasso di motorizzazione elevatissimo – dichiara Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace Italia – Il traguardo a cui puntare è una “rivoluzione urbana”. Le città devono diventare rapidamente luoghi dove passeggiare e pedalare in sicurezza e con facilità; in cui la mobilità condivisa sia un sistema intelligente ed elettrico di connessione del bisogno e del diritto di mobilità di tutti; in cui il trasporto pubblico sia efficiente, non inquinante, economico, preferibile al mezzo privato”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)