cambiamento climatico

Il convegno di Kyoto Club

Col 2019 si è chiuso il decennio italiano più caldo di sempre. E il 2019 è stato anche il quarto anno più caldo dell’Italia dal 1800 a oggi, dopo i record toccati nel 2014, nel 2015 e nel 2018. Il tutto in soli cinque anni.

A dispetto di chi ancora irride al cambiamento climatico, e di chi pensa che un po’ di freddo fuori stagione sia indicativo di un mancato riscaldamento globale, arrivano gli ultimi dati diffusi ieri dal Cnr-Isac Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima che ha incoronato il 2019 come il quarto anno più caldo di sempre in Italia. Con lo scorso anno si è anche chiuso il decennio più caldo che il paese abbia registrato. E lo scorso mese di dicembre è stato il secondo più caldo dal 1800 a oggi per l’Italia, con più 1.9°C di anomalia rispetto alla media del periodo di riferimento 1981-2010.

L’Italia è sempre più calda

Con questo dicembre da record, dunque, «il 2019 chiude con un’anomalia di +0.96°C sopra media, risultando il quarto anno più caldo per il nostro Paese dal 1800 ad oggi, preceduto dal 2014 e 2015 (+1°C sopra media) e dal 2018 (l’anno più caldo con un’anomalia di +1.17°C rispetto alla media del periodo di riferimento 1981-2010)», dice il Cnr.

Non solo. Molti mesi del 2019 appena concluso rientrano nella “top 10” dei mesi più caldi. Sono otto, in tutto: Marzo (nono più caldo, +1.48°C), Giugno (secondo più caldo, +2.57), Luglio (settimo più caldo, +1.29°C), Agosto (sesto più caldo, +1.42°C), Settembre (decimo più caldo, +1.27°C), Ottobre (quarto più caldo, +1.56°C), Novembre (decimo più caldo, +1.33°C).

«Analogamente a quanto è accaduto a scala globale, anche per l’Italia – conclude il Cnr – ognuno degli ultimi quattro decenni è risultato essere più caldo del decennio precedente, evidenziando un persistente segnale verso un continuo incremento delle temperature: dal 1980 ad oggi la temperatura in Italia è cresciuta mediamente di 0.45°C ogni decennio».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)