Green Deal

L'evento online per il Green Deal Italia

Ambiente e sostenibilità: se il futuro dell’Europa post Covid passa da questi assi fondamentali, l’Italia ha il dovere di non farsi trovare impreparata.

L’importanza di parlare di sostenibilità e ambiente

Per cominciare a definire i cardini del Green Deal per l’Italia, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ha organizzato, nella giornata di ieri, una maratona televisiva sulla piattaforma RaiPlay alla quale hanno preso parte personalità del mondo istituzionale a livello europeo e nazionale e rappresentanti delle imprese e della società civile.

“Questa maratona televisiva-ha detto Ronchi- ha consentito di valorizzare il Manifesto per il Green Deal sottoscritto da oltre 500 fra imprese e organizzazioni, per promuovere la diffusione di maggiore informazione, per fare un approfondimento delle tematiche coinvolte, per alimentare un confronto informato con rappresentanti delle istituzioni, europee e nazionali e fra i protagonisti di esperienze green ,numerose e qualificate.”

Per Ronchi sostenere il progetto europeo di Green Deal, un patto verde per lo sviluppo, “significa affrontare, insieme, i problemi del rilancio dell’economia e alcune emergenze ambientali decisive per il nostro futuro: il riscaldamento globale, causato da una enorme quantità di emissioni di gas serra, che si sta rapidamente aggravando e la crisi ecologica causata da un consumo altissimo di risorse naturali”.

 

Fase 2, le proposte di Legambiente per rilanciare l'Italia in chiave green

 

Lotta al riscaldamento globale e gas serra

Le misure necessarie a proteggere l’ambiente rappresentano una sfida impegnativa e al tempo stesso una opportunità per lo sviluppo e il rafforzamento dell’utilizzo di energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, soprattutto in vista dell’adeguamento del target di riduzione dei gas serra al 2030 che dovrebbe passare dall’attuale 40% al 55-60%.

Nel corso della maratona, il Commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, ha sottolineato che non ci possiamo accontentare di un ritorno alla normalità e che “la sostenibilitá sará la sfida centrale dei recovery plan cui lavoreremo con i singoli Paesi europei”.

“ Nonostante le difficoltà che avremo come conseguenza del coronavirus -ha detto – continueremo a scommettere sul green new deal che resta la priorità di questa commissione europea”.

A sostegno dell’impegno di Bruxelles nel portare avanti il programma di riforme a favore del green, il Ministro dell’ambiente, Sergio Costa, ha dichiarato che “Entro luglio approveremo il decreto legislativo sul pacchetto economia circolare che diventerà norma dello stato” aggiungendo che nel fondo di coesione sono stati stanziati 4 miliardi di euro per il dissesto idrogeologico e ha sottolineato che “il taglio al 40% entro il 2030 del ‘cosiddetto’ fossile non è più in linea con l’ accordo di Parigi” e “ragionevolmente” si potrà arrivare ad un taglio del 55%.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)