fotovoltaico da appartamento

La transizione energetica passa anche attraverso i piccoli comuni. Legambiente e Kyoto Club presentano Voler Bene all’Italia 2022, la festa nazionale dei borghi in programma dal 2 al 5 giugno, e colgono l’occasione per raccontare le buone pratiche di piccole realtà che testimoniano il cambiamento energetico in atto.

Voler Bene all’Italia, comuni rinnovabili e comunità energetiche

Secondo i dati presentati da Legambiente sono 38 i piccoli comuni italiani 100% rinnovabili, che grazie al mix delle fonti rinnovabili riescono a produrre più energia elettrica e termica di quella consumata dalle famiglie residenti.

Sono, inoltre, 2.271 quelli 100% elettrici, dove la produzione elettrica da rinnovabili supera i fabbisogni delle famiglie residenti. E poi ci sono quei territori la cui produzione di energia da fonti rinnovabili varia tra il 50% e il 99%.

In questo contesto, arrivano anche gli esempi di chi ha già realizzato una comunità energetica rinnovabile, con il duplice obiettivo di efficientare i consumi e autoprodurre energia. Ad esempio il comune di Ferla, in provincia di Siracusa, il primo in Sicilia, o quello di Biccari, in Puglia nell’entroterra nel cuore dei Monti Dauni, e poi ci sono quelli che in cui la comunità energetica sta partendo proprio in questi giorni, come accade ad esempio nel comune sardo di Serrenti.

A loro e ai piccoli comuni laboratori di innovazione, Legambiente dedica la 19esima edizione di Voler Bene all’Italia, che quest’anno avrà come tema centrale quello delle comunità energetiche rinnovabili (CER).

“Le comunità energetiche – spiega Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente – rappresentano un’occasione unica per superare l’attuale modello centralizzato di produzione energetica fatto da grandi impianti alimentati a combustibili fossili. A questo scenario, vogliamo contrapporre un nuovo modello energetico diffuso, basato su grandi impianti e autoproduzione e condivisione dell’energia da fonti rinnovabili, impegnandoci a costruire Comunità energetiche rinnovabili e solidali”.

 

voler bene all'italia comuni rinnovabili

 

Piazze in festa

Come ogni anno Voler Bene all’Italia sarà anche un weekend di festa e di iniziative.

In prima linea anche i comuni- pilota del progetto Be.Com.ME, come ad esempio il borgo Serra de Conti nelle Marche, ferito dal sisma del Centro Italia, noto per le politiche di sostenibilità sul ciclo dei rifiuti e sulla bioedilizia. Ad Arrone, in provincia di Terni (Val Nerina), il 4 giugno si riuniranno i piccoli comuni dell’Umbria per discutere di transizione energetica e si inizierà a disegnare il progetto di una CER intorno alle sue start up digitali. Eventi anche a Pettorano Sul Gizio, borgo abruzzese che il 2 giugno attiverà la sua comunità energetica intorno alla riserva regionale, e nel comune di Castelmezzano.

E poi, ancora, a Tramonti di Sotto, piccolo borgo friulano di montagna di 370 abitanti, molto attivo nella valorizzazione dell’ambiente naturale e sociale locale, con il suo consorzio di valorizzazione dei beni territoriali (legno, prodotti agricoli di montagna, piccoli allevamenti, negozi di prossimità), a Roccabascerana nel beneventano, a Pietracatella nel Molise e a Gaiba, in provincia di Rovigo.

Tra i comuni in festa anche quelli che le comunità energetiche le hanno già fatte, come Ferla in Sicilia, e Biccari in Puglia. Altre iniziative anche in Sardegna a Serrenti, nel medio campidano, dove la comunità energetica sta partendo in questi giorni.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)