Volontari al lavoro per la salute del mare. E’ cominciato oggi il lungo fine settimana dedicato alla cura dei fondali e delle coste, organizzato da Legambiente in collaborazione con COREPLA, Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica e CIAL, Consorzio Imballaggi in Alluminio. Spiagge e Fondali puliti, alla sua diciassettesima edizione, porta anche quest’anno in oltre 200 località della penisola migliaia di volontari armati di sacchi, guanti e rastrelli su spiagge arenili, fondali ma anche argini di fiumi e laghi per una grande opera di pulizia dai rifiuti. Contemporaneamente i subacquei di Legambiente danno la caccia ai rifiuti sott’acqua, liberando i fondali marini da tutto ciò che non vi appartiene.

Come ogni anno Legambiente scatterà poi una fotografia della situazione delle acque e delle coste italiane con i monitoraggi di Goletta Verde che ripartirà per l’edizione 2006 alla fine di giugno. La tre giorni di pulizia è anche l’occasione per sensibilizzare e informare i cittadini sui temi della salvaguardia degli ecosistemi e proporre, in particolare, una riflessione sulla necessità di uno scambio d’informazioni più proficuo tra le amministrazioni pubbliche e gli abitanti sul peso che i nostri gesti quotidiani hanno sull’ambiente e sulle possibilità di smaltimento dei rifiuti.

"Con queste giornate di pulizia delle coste – ha dichiarato Roberto Della Seta, presidente nazionale di Legambiente, che parteciperà domani alle operazioni di Spiagge e fondali puliti in Calabria – oltre a dare un piccolo contributo concreto alla tutela del mare, vogliamo dimostrare che l’enorme quantità di rifiuti che approda sulle nostre coste potrebbe diminuire se la amministrazioni pubbliche realizzassero piani puntuali ed efficaci. Ma la sensibilità delle autorità non basta – aggiunge Della Seta – se non accompagnata e sorretta da quella di ciascuno di noi. Il punto di partenza per ogni azione seria è l’informazione".

Ecco perché, dal 1995, Legambiente esporta Spiagge e fondali puliti oltre i confini nazionali, coinvolgendo una larga fetta dei paesi del bacino mediterraneo nella campagna Clean Up the Med. Quest’anno hanno aderito all’iniziativa oltre 200 associazioni di 22 Paesi. I volontari libereranno contemporaneamente dai rifiuti circa 800 spiagge in nome della pace, della solidarietà e dell’ecologia in Algeria, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Malta, Mauritania, Marocco, Palestina, Portogallo, Slovenia, Serbia e Montenegro, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia. Tra le iniziative di punta, il lancio a Cipro di Clean Up and Scoop the Med, grazie alla collaborazione di INFO/RAC-MAP, il Centro per l’Informazione e la Comunicazione del Programma Ambiente Mediterraneo delle Nazioni Unite (UNEP/MAP). Duplice l’obiettivo: pulire le spiagge ma anche monitorare lo stato delle coste del Mediterraneo attraverso una semplice fotografia. Tutti i cittadini del Mediterraneo sono invitati a fotografare il Mare Nostrum per contribuire alla creazione di una grande banca dati di immagini: un vero e proprio monitoraggio annuale sulla salute di 46.000 chilometri di costa.

Ogni anno, il bottino di Spiagge e fondali puliti evidenzia la scarsa attenzione di troppi cittadini nei confronti della raccolta differenziata e le mancate opportunità di riciclo di materiali con tempi di degrado praticamente illimitati, come la plastica. Così anche quest’anno COREPLA dà il suo contributo e va in spiaggia con i volontari di Legambiente. "Rinnovando la nostra partecipazione all’edizione 2006 di Spiagge e fondali puliti – ha affermato Cesare Spreafico, direttore generale di COREPLA – vogliamo invitare i cittadini alla dimostrazione di un più forte senso civico e soprattutto sensibilizzarli a una corretta gestione dei rifiuti. E’ anche attraverso iniziative come queste che il cittadino può veramente rendersi conto di come un piccolo gesto possa sensibilmente contribuire a migliorare l’ambiente in cui vive. E’ indispensabile, quindi, che la raccolta differenziata diventi una sana abitudine non solo tra le pareti domestiche ma anche quando si trascorre una piacevole giornata in riva al mare, in un bosco, sulle sponde di un fiume. Il nostro Consorzio, espressione della filiera produttiva degli imballaggi in plastica, costituisce per i cittadini e per le istituzione un marchio di garanzia circa l’effettivo avvio a riciclo dei rifiuti di plastica post-consumo".

Un altro contributo arriva da CIAL. Non mancano infatti tra i rifiuti abbandonati lattine e contenitori in alluminio, nonostante il riciclo dell’alluminio consenta di risparmiare il 95% dell’energia necessaria a produrlo dalla materia prima, la bauxite. "L’operazione Spiagge e Fondali Puliti di Legambiente, a cui CIAL partecipa per il quinto anno consecutivo – ha dichiarato il direttore generale di CIAL, Gino Schiona – rappresenta un’occasione unica per sottolineare e diffondere tra i cittadini e i Comuni, in particolare delle aree in emergenza ambientale, l’importanza della raccolta differenziata e del riciclo degli imballaggi in alluminio".
Quest’anno, inoltre, CIAL assieme a COREPLA, contribuisce alla creazione di isole ecologiche per la raccolta differenziata che verranno inaugurate durante la manifestazione nelle oasi gestite dai circoli di Legambiente di Milazzo, Porto Cesareo e Paestum. Oltre a fornire i contenitori per la raccolta dell’alluminio CIAL offre in dotazione ad ognuno dei tre circoli la Ricicletta la city bike in alluminio riciclato simbolo della mobilità sostenibile ideata dal Consorzio.

Ecco alcuni appuntamenti di Spiagge e fondali puliti previsti per il fine settimana in tutta Italia. In Calabria appuntamento nazionale è al litorale antistante l’isola di Cirella, nel Tirreno cosentino tra i comuni di Diamante e Cetraro, sabato 27 maggio alle ore 10.00, dove sarà ospite d’eccezione il Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio Alfonso Pecoraro Scanio, che insieme a Roberto Della Seta, al presidente della Regione Calabria Agazio Loiero e all’assessore all’ambiente Diego Tommasi raccoglieranno i rifiuti depositati sul bagnasciuga. In Toscana l’appuntamento è sempre per sabato 27 a Marina d’Alberese (GR) per la pulizia della spiaggia del parco della Maremma, alla quale è prevista la partecipazione di oltre 500 studenti, e dove sarà distribuito materiale informativo.

In Campania sono oltre 30 le località messe a setaccio dai cittadini, turisti e volontari di Legambiente: domenica 28 pulizia della spiaggia del porto di Amalfi mentre a Pozzuoli, grazie alla collaborazione del Centro sub Campi Flegrei, oltre alla spiaggia del lungomare di Pozzuoli saranno puliti anche i fondali nel mare antistante. A Eboli pulizia dell’area protetta Dunale con la partecipazione delle scuole del comprensorio con giochi sulla spiaggia, pulizia della duna e biciclettata. Fondali puliti anche a Procida presso la Spiaggia Manna Corricella, ad Anacapri dove 40 volontari-sub della cooperativa Poseidone con la collaborazione delle barche del Ministero dell’Ambiente ripuliranno i fondali di Marina Grande. In Liguria, domenica 28 maggio, i volontari passeranno al setaccio le spiagge di Priaruggia, Murcarolo, Nervi, Giannelli e Sturla.

In Puglia grande giornata di pulizia domenica 28 a Polignano a Mare (Ba) presso Cala Pura dove ad occuparsi dei fondali saranno i sub coordinati dal Centro Subacqueo Tecnico di Polignano. A partire dal primo pomeriggio nel centro storico saranno allestiti stands espositivi con foto e materiale sull’ambiente, proiezione video, presentazione del progetto Elianthus della scuola media e concerto musicale conclusivo di "Gli Introvabili". In Sardegna a Cagliari sabato 27 appuntamento la mattina alla spiaggi
a del Poetto alla quarta fermata presso il chiosco Palm Beach.

In Sicilia sabato 27 a Palermo i volontari di Legambiente puliranno la spiaggia dell’Arenella mentre domenica 28 a Capo d’Orlando (Me) si occuperanno di quella sotto il Faro e nelle isole di Lipari e Vulcano i sub del Diving Center Saracen si occuperanno di ripulire i fondali marini del Porto di Ponente.

Nelle Marche appuntamento per sabato 27 a Ancona per pulire la spiaggia di Marzocca di Senigallia con i volontari Legambiente e della Lega Navale e la collaborazione degli studenti delle scuole elementari "Don Milani" e medie "Belardi" di Marzocca. In Veneto, Spiagge e fondali puliti si terrà domenica 28 a Mestre (Ve) alle ore 9.30 a Piazzale Ravà, dopo la pulizia ci saranno attività ricreative e realizzazione di aquiloni a cura dell’associazione Molino Rose-Kranz e visite guidate all’area SIC di San Nicolò e al Planetario.

In Friuli, ci si incontrerà a sabato 27 a Muggia (Ts) alle ore 17.00 presso spiaggia del Lazzaretto per ripulire la spiaggia. In Emilia Romagna, i volontari potranno incontrarsi a Ravenna sabato 27 alle 14.30 al lido di Dante. Ma sono molti altri gli appuntamenti in quasi tutte le regioni d’Italia, sabato e domenica, tutti consultabili sul sito www.legambiente.com insieme a tutte le informazioni per aderire a Spiagge e Fondali puliti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)