Come arredare casa in stile minimal (foto pixabay)

Negli ultimi anni, lo stile d’arredo minimal è diventato sempre più di tendenza nel settore dell’arredamento d’interni. Scegliere uno stile come il minimal vuol dire prediligere l’ordine estremo e la sobrietà per un ambiente essenziale che, però, rimane certamente elegante. Per arredare casa in stile minimal, è necessario, come suggerisce il nome stesso, ridurre l’arredamento all’essenziale.

Dove acquistare online i prodotti per arredare una casa minimal

Oggi, sono davvero molte le aziende che propongono soluzioni per la casa in stile minimal e si possono ovviamente consultare e acquistare direttamente su internet, su diversi siti del settore arredamento, come per esempio su Deghi, uno dei più completi, dove si possono trovare prodotti di alta qualità e design, da acquistare direttamente online, per tutti gli ambienti della casa, dalla cucina alla cameretta, dal bagno alla lavanderia, e anche una vasta scelta di prodotti per esterni. Il cliente, con i servizi online, ha la possibilità di osservare prodotti di design originali e innovativi ed essere a conoscenza di tutte le singole caratteristiche, prima di procedere all’acquisto con fiducia e affidabilità. Nel caso di possibili ripensamenti, inoltre, il cliente può chiedere il reso facilmente.

Ora vediamo più nel dettaglio, tutte le caratteristiche e alcuni consigli per arredare casa in stile minimal, tra scelte colori, forme e materiali.

Le caratteristiche dello stile minimal

Lo stile minimal nasce, intorno agli anni ‘60, da una corrente filosofico-artistica. Questo stile di arredo rinuncia in modo quasi completo ai fronzoli e alle decorazioni, con l’obiettivo di lasciare lo spazio più libero e arioso. L’intento dello stile minimal è quello di rendere l’arredamento assolutamente funzionale e pratico: ordine, essenzialità e praticità, sono le parole chiave per comprendere a pieno lo stile minimalista. Con poche superfici da pulire e con una disposizione ordinata e mai scomoda di arredi e accessori, le abitudini dello stile minimal aderiscono a quelle della vita moderna. Per arredare casa in stile minimal è necessario seguire quelli che sono gli elementi distintivi di questo stile. Eccone alcuni:

  • materiali nuovi e innovativi;

  • forme lineari e pulite;

  • colori tenui e neutri;

  • praticità e funzionalità;

  • sistemi e impianti tecnologici;

  • assenza di decorazioni.

Quali materiali e forme utilizzare per arredare una casa in stile minimal

Per arredare casa in stile minimal è necessario scegliere materiali innovativi e pratici. Questi ultimi devono essere caratterizzati da resistenza, durevolezza e facilità di pulizia. Dal punto di vista estetico, inoltre, si prediligono materiali che conferiscono all’ambiente sensazioni di ordine e linearità. Per i rivestimenti, i materiali più utilizzati sono cemento, resine e intonaco. Per quanto riguarda gli arredi, predominano le superfici lucide: laccati per armadi, metallo per elettrodomestici, vetro per tavoli, lavabi o accessori con superfici piane.

Le forme minimaliste vengono riprese direttamente dalle regolari e pulite forme geometriche: quadrati, rettangoli, triangoli e cubi diventano gli elementi principali per dar vita a un ambiente lineare, pulito e deciso.

Quali colori utilizzare per arredare una casa in stile minimal?

Se si segue lo stile minimal, anche i colori della casa sono ridotti al minimo. A prevalere sono le tonalità neutre, in primis bianco e nero, seguiti da un grigio tenue. Altre tonalità ammesse sono quelle che ricordano la terra, quindi il beige, l’ocra, i marroni. I colori accesi e frizzanti non sono ben accettati in questo stile, se non sotto forma di piccoli particolari, ovvero dettagli come un cuscino, un tappeto o un complemento di design.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)