Continua il calo della quotazioni del mercato immobiliare della capitale: nel secondo semestre del 2013 Tecnocasa registra un calo del 4,4%. Resistono ai ribassi le zone centrali e semicentrali grazie alla presenza di acquisti ad uso investimento. In centro spesso si acquistano immobili da destinare ad affitti ad uso turistico oppure per avviare B&B. In quest’ultimo caso si cercano immobili nei pressi della Stazione Termini o comunque vicino a siti di interesse turistico. Nel corso del 2013 le quotazioni delle abitazioni di Roma sono diminuite dell’8,4%.
Nelle zone semicentrali buono l’andamento degli immobili che sorgono a ridosso dei più importanti poli universitari della città (Luiss, La Sapienza, Università Cattolica) dove la domanda è sostenuta soprattutto da genitori di ragazzi che studiano a Roma. Infatti la tipologia abitativa che raccoglie il maggior numero di preferenze a Roma è il bilocale, apprezzato sia dagli investitori e sia da chi è all’acquisto della prima casa.
Le zone periferiche hanno subito cali di prezzo più sostenuti a causa di  bassa qualità abitativa, per la diminuita disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti e la concorrenza delle nuove costruzioni sorte negli anni scorsi nella capitale.
Nel centro della capitale le quotazioni sono diminuite del 3,5%. Le zone più dinamiche sono state quelle intorno al Pantheon, la zona di piazza Cavour e il Ghetto Ebraico, ad acquistare sono stati sia investitori sia acquirenti di prima casa. A vendere sono prevalentemente proprietari di una casa diversa dalla prima che, in seguito alla revisione delle rendite catastali, hanno visto aggravarsi il carico fiscale e hanno deciso di dismettere l’immobile.
La zona top resta sempre piazza di Spagna anche se le compravendite che si realizzano sono molto rare: le quotazioni di una soluzione signorile  ristrutturata arrivano a 15 mila € al mq. Palazzi storici si trovano anche nella zona di piazza Barberini e di Fontana di Trevi, dove l’usato si vende mediamente a 6000-7000 € al mq, mentre per tipologie ristrutturate i valori salgono di circa 1000 € al mq. Sempre molto richiesta anche l’area di piazza Navona, con quotazioni che si attestano su 8000 € al mq per l’usato e su 9000 € al mq per il ristrutturato. In Campo dei Fiori, Via Giulia, via Monserrato e piazza Ricci top prices di  9 e 10 mila € al mq.
In queste zone calano gli affitti, a causa della diminuzione dei budget di professionisti che lavorano in zona (spesso sono le stesse aziende che si attivano per la ricerca). Per un bilocale mediamente si spendono 1100 € al mese. Nella scelta dell’immobile in affitto si presta molta attenzione alla location, al tipo di arredamento.
Quotazioni in lieve calo nell’area del Colosseo e di Colle Oppio nella seconda parte del 2013. Lieve aumento, invece, per le quotazioni immobiliari dell’area compresa tra Santa Croce in Gerusalemme e via  Manzoni per le tipologie abitative medio usate.
La macroarea che ha segnalato il ribasso dei prezzi più forte è stata quella di Cassia-Torrevecchia (-6,1%). Tra i quartieri in ribasso c’è Gemelli-Pineta Sacchetti (-2,6%) e Gemelli-Trionfale (-2,9%). A seguire le macroaree Villa Ada-Montesacro e di Roma-Sud che hanno registrato un ribasso del 4,8%. Nella prima macroarea nella  zona che si sviluppa intorno a corso Trieste, via Costanza, viale Regina Margherita, piazza Caprera e piazza Istria acquistano sia investitori che mettono a reddito l’immobile sia genitori per i figli che studiano nella vicina Università Luiss. Spesso arrivano dal Sud Italia.
Nella macroarea di San Giovanni-Roma Est le quotazioni sono in ribasso del 4,7%. Nella zona di San Giovanni-Re di Roma il mercato immobiliare è alimentato soprattutto da acquisti ad uso abitativo, realizzati da giovani per motivi di studio o di lavoro, aiutati dai genitori. Le quotazioni delle abitazioni nella zona di Prenestino-Pigneto sono in ribasso, in particolare sulle tipologie di dimensione medio grande;  meno interessate le abitazioni di piccolo taglio, monolocali e bilocali, quest’ultima tipologia si vende a prezzi medi che vanno da 170 a 220 mila €. Il quartiere si divide in due aree, una popolare ed una extrapopolare. La primaha prezzi medi di 2400-2500 € al mq (trilocali ) e 2800-3000 € al mq (bilocali). Più bassi i prezzi delle abitazioni situati nella zona del Pigneto: per un  buon usato si spendono mediamente 2000-2200 € al mq.
Nella macroarea di Monteverde-Aurelio le quotazioni sono diminuite del 4,2%. In diminuzione del 3,7% la macroarea di Prati-Francia.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)