Niente più pagamento retroattivo per il bagaglio a mano. Ryanair, dopo l’esposto di Codacons e l’intervento di Enac, ha annunciato di garantire la gratuità dell’imbraco del bagaglio a mano delle dimensioni consentite e fino a 10 chili di peso ai 2 milioni di passeggeri che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario e che hanno prenotato il proprio volo prima del 31 agosto per viaggiare dal 1° novembre. Inoltre, ci sono circa 50.000 passeggeri che hanno prenotato il 31 agosto ed hanno aggiunto l’Imbarco Prioritario dopo il 1° settembre, vista l’introduzione della nuova policy il 31 agosto.

A tutti questi passeggeri sarà rimborsato il costo di € 8 dell’Imbarco Prioritario e Ryanair consentirà loro di viaggiare con Imbarco Prioritario gratuitamente.

Questi accorgimenti permetteranno a tutti i passeggeri che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario e che hanno effettuato una prenotazione prima del 31 agosto di non essere penalizzati in alcun modo dall’introduzione della nuova franchigia del bagaglio registrato da € 8 di Ryanair dal 1 ° novembre in quanto potranno registrare gratuitamente il loro bagaglio da 10 kg in aeroporto il giorno della partenza.

Quando è entrata in vigore la nuova regola sul bagaglio a mano – che prevede un supplemento dagli 8 ai 10 euro da pagare per portare a bordo il proprio bagaglio – la Ryanair aveva deciso che tutti i passeggeri l’avrebbero dovuto pagare. Anche quelli che avevano prenotato il volo prima dell’annuncio di questa nuova normativa.

Come sempre, Ryanair continua a ridurre i costi di viaggio, mentre la nostra nuova policy bagagli dal primo novembre ci permetterà di eliminare tutte le procedure di imbarco del secondo bagaglio a mano presso il gate di imbarco e i relativi ritardi nelle partenze”, ha dichiarato Kenny Jacobs, il direttore marketing della compagnia.

Vigileremo affinché siano disposti rimborsi in favore di tutti quei passeggeri che, dopo le richieste di supplementi da parte della compagnia aerea, hanno sostenuto costi aggiuntivi per i propri bagagli”, commenta con soddisfazione il Codacons.

Quello della compagnia è un atto dovuto“, dichiara Federconsumatori, “e non possiamo che accogliere positivamente il risultato di una nostra iniziativa a tutela dei diritti degli utenti”.

 

Prima pubblicazione 07/09/2018 ore 11.24

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)