La Commissione europea investe oltre 233 milioni di euro in progetti strategici per il clima e l’ambiente (Foto Pixabay)

Sono dodici i nuovi progetti strategici diffusi in tutta Europa, per un totale di 233 milioni di euro, nei quali ha investito la Commissione europea nell’ambito del programma LIFE  a sostegno dell’emergenza climatica-ambientale nell’ambito del Green Deal europeo.

“Il programma LIFE – sostiene Maroš Šefčovič, il vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo, le relazioni interistituzionali e le prospettive strategiche – è un esempio concreto in cui i finanziamenti dell’UE contribuiscono con successo a ripristinare la natura e gli ecosistemi e ad affrontare i cambiamenti climatici riducendo le emissioni e diventando più resilienti. Con questi dodici progetti, 10 paesi dell’UE porteranno avanti tali sforzi sul campo e sosterranno l’attuazione della legislazione dell’UE in materia di ambiente e clima”.

I finanziamenti concessi a questi dodici progetti strategici sosterranno la Bulgaria, la Cechia, l’ Irlanda, la Spagna, la Francia, l’ Italia, la Lituania, l’ Austria, la Polonia e la Finlandia nel conseguire i loro obiettivi nazionali in materia di ambiente e clima, aumentando i loro contributi alla transizione verde dell’UE. Tali progetti mobiliteranno, inoltre, ingenti fondi aggiuntivi provenienti da altre fonti dell’UE, tra cui fondi agricoli, strutturali, regionali e per la ricerca, nonché dagli investimenti dei governi nazionali e del settore privato.

L’Italia è tra i 12 progetti faro aggiudicati in dieci Stati membri dell’UE

Nell’ Italia settentrionale LIFE NatConnect2030  intraprenderà azioni in oltre 500 siti per migliorare la biodiversità e rafforzare i corridoi ecologici.

Le regioni del Nord Italia ospitano una ricca fauna selvatica e oltre 500 siti N2000, dalle Alpi al Mar Mediterraneo. Tutte hanno redatto il loro Prioritized Action Framework (PAF) per proteggere gli habitat e le specie all’interno di un territorio di oltre 100.000 Km2. Con il progetto LIFE NatConnect2030 saranno implementati cinque PAF in quattro Regioni, Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna e nella Provincia autonoma di Trento. L’obiettivo del progetto è il consolidamento di un sistema di gestione per garantire il raggiungimento degli obiettivi di conservazione dell’habitat naturale migliorandola in un contesto transregionale.

NatConnect2030 prevederà, inoltre, a una serie di attività di comunicazione multi-target e multilivello, volte a consolidare la prevenzione e a rafforzare l’efficacia degli interventi e a garantire una governance solida ed esperta. Nel corso dei suoi 9 anni, il progetto porrà le basi per la piena attuazione di fondi complementari, tra cui le risorse legate al piano di rinaturalizzazione del fiume Po, ad esempio, pari a 180 milioni di euro del piano italiano di recupero e resilienza.

 

di Aurora Cusumano


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)