Otto ore per ideare, disegnare e programmare un’applicazione tecnologica in grado di migliorare la qualità di vita delle donne: dalla sicurezza personale, nelle strade cittadine e in Rete, allo sviluppo di soluzioni tecnologiche che possano aiutare le più giovani a conciliare vita privata, studio e lavoro.

È la speciale maratona tech tutta al femminile, organizzata da Fondazione Mondo Digitale e Microsoft Italia, che mercoledì 11 aprile, presso la Microsoft House, vedrà coinvolte 75 studentesse che lavorano insieme con blocchi e stringhe di codice per sviluppare app dedicate alla sicurezza online e offline e alla conciliazione dei tempi di vita.

L’hackathon è promosso nell’ambito di #STEMInTheCity, l’iniziativa lanciata dal Comune di Milano e giunta alla sua seconda edizione, per diffondere la cultura digitale tra i giovani e incoraggiare le ragazze a intraprendere percorsi di studio o percorsi professionali in ambito scientifico e tecnologico.

“Con l’hackathon milanese la Fondazione Mondo Digitale rinnova al fianco di Microsoft il suo impegno nella valorizzazione dei talenti femminili di tutte le età”, spiega Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale. “Lavoriamo ogni giorno per aiutare le donne a credere nelle proprie capacità, a non avere paura di pregiudizi e ostacoli, e a spingersi oltre gli stereotipi di genere per investire su competenze e passioni e realizzarsi pienamente nella vita privata e professionale”.

Qualcosa sta cambiando: le discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica-ndr) finalmente non sono più solo appannaggio degli uomini. Ci auguriamo che il coding possa appassionare sempre di più anche le ragazze per avere presto tra le eccellenze italiane anche giovani programmatrici e sviluppatrici”, ha dichiarato Annamaria Bottero, Direttore della Divisione Customer Success di Microsoft Italia.

Ad animare l’hackathon, oltre ai Microsoft Employees, ci sono anche Valentina Gelsomini e Lara Forgione, le due senior coach dell’associazione Coding Girls, che guideranno le aspiranti programmatrici dall’ideazione della app al suo sviluppo con la piattaforma Touch Develop. Coding Girls è l’iniziativa della Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata americana in Italia per il superamento del divario di genere in ambito STEAM. Ispirata al modello americano di “Girls who Code” è oggi un’associazione nazionale che conta oltre 20 hub nelle scuole di tutta Italia.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)