Si è conclusa l’istruttoria avviata lo scorso ottobre dall’Antitrust sull’operazione di acquisizione del controllo di DMT da parte di Elettronica Industriale (gruppo Mediaset). L’Autorità ha autorizzato l’acquisizione, ma a determinate condizioni che evitano effetti anticoncorrenziali.
Ad esempio, deve essere garantito l’accesso alle infrastrutture della nuova società a tutti i richiedenti a condizioni eque, trasparenti e non discriminatorie, come proposto dagli operatori di settore. DMT è infatti il maggiore operatore indipendente italiano nel settore delle infrastrutture per reti televisive, radiofoniche e di telecomunicazioni; gli obblighi di governance imposti dall’Antitrust salvaguardano il confronto concorrenziale dei mercati a valle.
DMT è, inoltre, soggetta a vincoli sugli investimenti; non può aumentare i prezzi attualmente applicati e deve offrire accesso a chiunque ne fa domanda alle stesse condizioni praticate alla società controllante. Il rispetto dei vincoli imposti verrà attentamente monitorato dall’Autorità; in caso di mancata attuazione delle misure verrà attivata la procedura di inottemperanza prevista dalla legge, che prevede sanzioni non inferiori all’1% e fino al 10% del fatturato.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)