Algoritmo proporzionale a partire da maggio per gli abbonati. Per i biglietti di corsa singola continuerà invece il confronto al tavolo tecnico. E ci sarà ancora da lavorare sui risarcimenti per il passato. Il dossier sulle tariffe sovraregionali è ancora aperto, tanto che il giudizio sull’incontro fra Consumatori e Conferenza delle Regioni è sfumato e assume toni diversi da parte delle singole associazioni. Se Federconsumatori giudica complessivamente insoddisfacente quanto emerso, un apprezzamento viene invece da Assoutenti che parla di un “primo importante risultato” per la proposta di un algoritmo proporzionale a partire da maggio per il calcolo delle tariffe ferroviarie sovraregionali.

treni pendolariSono quelle tariffe che interessano percorsi fra due o più regioni e che finora sono state calcolate facendo riferimento a un algoritmo distorto, che ha portato i pendolari e gli abbonati a pagare più del dovuto. Quanto? Le associazioni dei consumatori hanno stimato una distorsione delle tariffe con aggravio di spesa che può arrivare fino a 300 euro l’anno. Le tariffe sovraregionali applicate con l’algoritmo in questione risultano più alte fra il 13% e il 20% rispetto alla più alta tariffa regionale interessata, mentre il gap fra le attuali tariffe e quelle frutto di un algoritmo corretto arriva al 33%.

Ieri dunque l’incontro fra la Commissione trasporti della Conferenza delle Regioni, coordinata dal Vicepresidente della Campania Fulvio Bonavitacola, con i rappresentanti di Assoutenti, Federconsumatori, Movimento Consumatori e Cittadinanzattiva. Affermano le Regioni: “Nel registrare posizioni ancora differenziate, soprattutto per quanto riferito al regime tariffario dei non abbonati che si servono di tratte interregionali ed eventuali penalizzazioni pregresse, è stata invece condivisa la scelta di superare le attuali anomalie per le tariffe degli abbonamenti sulle tratte interregionali. Si pensa di applicare in modo equo e proporzionale alle tratte interregionali il cumulo delle tariffe applicabili in ambito regionale, secondo una rigorosa proporzione del chilometraggio di attraversamento delle singole regioni”. Le Regioni hanno puntualizzato che serviranno tempi tecnici per il nuovo metodo, “anche in considerazione delle complesse modifiche dei sistemi informativi volti alla sua applicazione, così come comunicato da Trenitalia”, precisato che il differimento temporale non dovrà penalizzare l’utenza e che bisognerà prevedere meccanismi compensativi di recupero. E su questo serviranno altri approfondimenti.

Commenta Assoutenti: “La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha posto un primo importantissimo tassello nella vicenda delle tariffe sovraregionali: a partire da maggio gli abbonamenti saranno tariffati con algoritmo proporzionale che calcolerà in maniera oggettiva gli importi. Ciò significa che su alcune tratte gli abbonati arriveranno a pagare anche il 30% in meno rispetto ad oggi. Riguardo alle tariffe di corsa singola, la Conferenza delle Regioni e le Associazioni dei Consumatori proseguiranno i lavori per ricercare una soluzione condivisa e compatibile con le risorse delle Regioni (che stanno subendo peraltro l’ennesima riduzione del fondo trasporti da parte del Governo)”. Assoutenti proporrà a Trenitalia tavoli di conciliazione su casi singoli e collettivi di abbonati per affrontare i risarcimenti passati. L’associazione è però soddisfatta di questo primo risultato. Dicono il presidente Assoutenti Furio Truzzi, il vicepresidente Mario Finzi insieme ad Enrico Pallavicini coordinatore pendolari: “L’equiparazione degli abbonamenti all’algoritmo proporzionale rappresenta per Assoutenti una prima grande vittoria in una battaglia che da 5 anni la vede in campo per l’affermazione di tariffe giuste e per la tutela di migliaia di abbonati sovraregionali.”


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)