sanità coronavirus

Coronavirus, attenzione alle fake news

Non è ancora emergenza sanitaria internazionale. Così ieri l’Organizzazione Mondiale della Sanità sul coronavirus, patologia polmonare che si è diffusa a partire dalla fine di dicembre 2019 in Cina e che sta destando allarme generale nel mondo. C’è una trasmissione da uomo a uomo in Cina ma, ha detto l’Oms, al momento non ci sono prove di trasmissione da persona a persona al di fuori della Cina. Il che non significa che non accadrà, ha aggiunto, ma per ora l’Oms sembra gettare acqua sul fuoco.

 

La decisione dell’Oms

«Oggi (ieri, ndr) non dichiaro il coronavirus un’emergenza di salute pubblica di interesse internazionale», ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus. Il comitato di emergenza dell’Oms, ha aggiunto, si è diviso sul fatto che il coronavirus sia un allarme sanitario internazionale. «Questa è un’emergenza in Cina, ma non è ancora diventata un’emergenza sanitaria globale».

Il Comitato ha però concordato sull’urgenza della situazione e ha suggerito di riunirsi di nuovo fra pochi giorni per esaminare ulteriormente la situazione.

Nel frattempo in Italia sono partiti i controlli nello scalo di Fiumicino, fra i voli in arrivo dalla città cinese di Wuhan da cui a fine dicembre è partito il focolaio. «I controlli negli aeroporti – ha detto il ministro della Salute Robertoi Speranza – procedono regolarmente. Quelli svolti a Fiumicino hanno dato esito negativo. Siamo in stretto contatto con tutte le istituzioni internazionali».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)