E’ partita lo scorso 15 ottobre la campagna di vaccinazione contro l’influenza: i vaccini sono disponibili in farmacia e la vaccinazione è gratuita per le categorie a rischio quali gli anziani over-65, i malati cronici, le donne al secondo o terzo trimestre di gravidanza e gli operatori sanitari. Di fronte alla partenza delle vaccinazioni antinfluenzali, il Codacons esprime contrarietà alla prospettiva di una vaccinazione di massa.
L’associazione invita i cittadini a rivolgersi al proprio medico di famiglia per accertare se si rientra effettivamente nelle categorie a rischio, categorie per le quali il vaccino è disponibile gratuitamente. Il Codacons si dichiara però contrario alla vaccinazione di massa: “Basta alla solita campagna martellante che terrorizza gli italiani sulle possibili conseguenze dell’influenza – afferma l’associazione – Chi è costretto ad acquistare il vaccino in farmacia perché il proprio medico di fiducia non ha ritenuto opportuno vaccinarlo, dovrebbe seriamente valutare l’opportunità di tale acquisto, analizzando costi e benefici ed evitando di farsi condizionare dai soliti slogan sulle solite nefaste previsioni e gravi conseguenze, poi smentite regolarmente dai fatti. Chissà perché, insomma, ogni anno l’influenza è sempre peggiore e più temibile di quella dell’anno precedente e “mette in ginocchio” un numero di italiani sempre maggiore”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)