Il telegiornale di La7 ha dato troppo spazio al presidente del Consiglio Matteo Renzi mentre Studio Aperto, Rainews, SkyTg24 e Cielo devono riservare maggiore spazio al Movimento 5 Stelle. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha esaminato i dati relativi al monitoraggio sul pluralismo politico e istituzionale nella televisione riferiti al periodo 5-18 aprile: “Dall’analisi dei dati sono emerse alcune criticità riguardanti la parità di trattamento tra i soggetti politici e istituzionali e sono stati adottati i provvedimenti conseguenti”.
In particolare, è stato rivolto un “ordine di riequilibrio al Tg La7 per gli eccessivi tempi di parola fruiti dal Presidente del Consiglio dei Ministri”. Dall’esame dei dati riferiti ai notiziari, spiega l’Agcom, “emerge una evidente sovraesposizione del Presidente del Consiglio dei Ministri nell’esercizio delle sue funzioni istituzionali, il quale nel periodo considerato ha fruito di un tempo pari al 59,57% del totale del tempo di parola fruito dai soggetti politici ed istituzionali complessivamente considerati”.
Non manca però a stretto giro la risposta del Direttore Enrico Mentana, affidata alla sua pagina facebook. “Brutta figura dell’Agcom che per sbaglio infila nel computo dei tg la diretta della conferenza stampa sugli 80 euro e fa sballare tutte le nostre percentuali. Non chiederanno mai scusa, ovviamente”.
Sono inoltre stati adottati “puntuali richiami a riservare maggiore spazio al Movimento 5 Stelle nei notiziari Studio Aperto, Rainews, SkyTg24 e Cielo”. Infine, l’Autorità ha segnalato ad alcune emittenti l’esigenza di assicurare un’equa ripartizione del tempo di parola tra i soggetti politici nelle diverse edizioni dei notiziari.
Nel dettaglio, dall’esame dei dati relativi ai notiziari diffusi dalla testata Skytg24 sui canali Cielo e Skytg24 – spiega l’Agcom – emerge una situazione di squilibrio ai danni Movimento 5 Stelle rispetto alle forze politiche omologhe: su Cielo il Movimento 5 Stelle ha usufruito di un tempo di parola pari al 7,22% del tempo complessivo da tutti i soggetti politici e istituzionali, mentre nei notiziari di Skytg24 questo dato si attesta al 7,20%. Su Studio Aperto, invece, il tempo di parola concesso al Movimento è stato pari all’8,61% del tempo di parola complessivamente fruito dai soggetti politici e istituzionali, mentre su Rainews tale percentuale è pari all’8,25%.
La prossima verifica dell’Agcom, secondo quanto previsto dal regolamento in materia di par condicio, sarà relativa al periodo 19 aprile-2 maggio.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)