“Chiediamo ai Capi di Stato e di Governo dell’Unione Europea riuniti a Roma il 25 Marzo 2017 di approvare un piano per rilanciare e completare l’unità economica e politica dell’Europa”. L’Europa si appresta a celebrare il 60° anniversario del Trattato di Roma che ha istituito la Comunità economica europea fiaccata da un’unità politica che non è stata affatto compiuta e da voci critiche che sempre più ne mettono in dubbio la stessa ragione d’esistenza. La richiesta di completare l’unità economica e politica dell’Europa arriva dalla Marcia per l’Europa che si svolgerà il prossimo 25 marzo.

europaI cittadini europei si riuniranno a Roma per partecipare alla Marcia per l’Europa 2017, dimostrare il loro supporto al progetto europeo e chiedere un rilancio dell’unità politica europea. L’iniziativa, che vuole esprimere la volontà della società civile di “un’Europa migliore, più forte e più unita”, è stata promossa dall’Unione dei Federalisti Europei, i Giovani Federalisti Europei, il Gruppo Spinelli, il Movimento Europeo Internazionale, e Stand Up for Europe insieme a una vasta rete di organizzazioni da tutta Europa.

Perché si marcia? L’Europa è stata capace di garantire stato di diritto, democrazia e prosperità, ma “rimane ancora una costruzione incompleta, a rischio di collasso se la sua unità politica non viene completata al più presto possibile”, dicono i promotori. E spiegano: “Davanti alle sfide di un’economia europea che ristagna e del diminuire dell’influenza europea in un mondo sempre più dominato da grandi potenze continentali, noi europei non possiamo chiuderci nei confini nazionali, sperando di isolarci dai problemi. Gli Stati europei non hanno futuro se rimangono divisi e competono l’uno con l’altro invece di agire uniti . Ritornare al nazionalismo ci indebolirebbe tutti. Possiamo affrontare le grandi sfide che l’Europa ha di fronte solo insieme, completando l’unità politica dell’Europa”.

La richiesta è quella di completare l’unità dell’Europa attraverso politica economica europea, forze di difese europee e democrazia europea. Perché “solo un governo europeo e una vera democrazia europea permetterebbero ai cittadini europei di controllare il proprio destino”. Il programma dei promotori è una chiamata alla mobilitazione di quanti non condividono certe tendenze in atto in tutta l’Unione europea. “Per chi crede in un’Europa forte, unita e democratica, è ora di far sentire la propria voce – affermano gli organizzatori – Contro il nazionalismo e il populismo. Per un’Europa unita, contro nuovi muri e divisioni. Per un’Europa unita che mantiene le sue promesse di pace, libertà, sicurezza e prosperità. Per un’Europa di solidarietà e responsabilità condivisa. Per un’Europa che protegga gli interessi e i valori europei nel mondo. Per un’Europa di democrazia che dà voce ai cittadini europei. Per un’Europa della speranza, contro un’Europa della paura. Per un piano di rilancio e completamento dell’unione politica europea”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

1 thought on “Conto alla rovescia per il 25 marzo: cittadini in “Marcia per l’Europa”

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: