Quasi 4 mila euro al mare, oltre 3600 euro in montagna: questi i costi che una famiglia di quattro persone deve mettere in conto, nell’estate 2019, per una vacanza di una settimana in una località balneare o di montagna. Nel carnet c’è il prezzo del trasporto in auto, quello dell’hotel, i costi dello stabilimento balneare, le escursioni in barca o a cavallo, i divertimenti e lo sport. Una cifra ragguardevole, in rialzo rispetto allo scorso anno. Le prenotazioni si fanno soprattutto online (ormai cerca e ferma il viaggio sul web il 63% degli italiani). E si cerca di prenotare un po’ fuori dai grandi circuiti del turismo.

Queste le tendenze fotografate quest’anno dalle prime stime dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che parla di un leggero calo (meno 1,4%) delle partenze, per oltre 21 milioni di italiani che comunque faranno una pausa, il 35,8% del totale. “In testa alle preferenze dei cittadini rimangono le vacanze low cost: soggiorni brevi, sistemazioni senza troppe pretese, nonché la tradizionale ospitalità presso amici e parenti – spiega Federconsumatori – Per questioni di prezzo, ma anche per evitare l’affollamento delle mete più gettonate, quest’anno si afferma ancora di più la tendenza a prenotare presso centri che si trovano al di fuori dei grandi circuiti del turismo, magari vicino alle località più note”. Il calo delle prenotazioni è legato all’incertezza generale delle famiglie e si accentua alla luce della crescita dei costi di alcuni servizi. Per una vacanza al mare si segnala un più 2,9% rispetto allo scorso anno.

Il monitoraggio di Federconsumatori stima i costi che deve sostenere, per una settimana di vacanza, una famiglia composta da due adulti e due ragazzi fra i 10 e i 16 anni, che si sposta in automobile. Per il mare si parla di 3928 euro; la montagna ha costi leggermente inferiori, a circa 3653 euro.

Nel dettaglio, una settimana al mare per una famiglia di quattro persona comporta una spesa stimata in oltre 320 euro per il trasporto, andata e ritorno in auto (stessa cifra per la vacanza in montagna). A questo si aggiungono 2.242 euro per l’hotel (due camere doppie, 160 euro a camera, sette giorni) e 413 euro allo stabilimento balneare per due lettini e un ombrellone per una settimana (217 euro) cui si accompagnano poco meno di 200 euro di bibite, snack, gelati e caffè al bar. Ancora: nel costo della settimana, sono inserite 400 euro di escursioni nei quali vengono fatte rientrare una gita di mezza giornata in una località caratteristica (25 euro a persona) e una giornata in barca con trasporto, pranzo a bordo, parco marino e aperitivo (75 euro a persona). Sport e divertimenti, una cena al ristorante, una serata al pub fanno lievitare il costo fino a quasi 4 mila euro per l’intera settimana.

Una settimana in montagna viene a costare circa 3653 euro. Un po’ di più rispetto al mare è stimato il costo dell’albergo, calcolato in 2.464 euro per sette giorni (176 euro a camera). Federconsumatori inserisce nel conteggio delle spese 444 euro per sport e divertimenti (attrezzatura da trekking e consumazioni al bar) cui si aggiungono 180 euro di escursioni (27 euro a persona per quella giornaliera, 18 euro per la passeggiata a cavallo) più i costi di ristorante e pub.

 

Notizia pubblicata il 21/06/2019 ore 17.51

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)