Mancano ormai pochissimi giorni al 23 novembre, data più che significativa per gli amanti dello shopping frenato ma anche da coloro che semplicemente vogliono approfittare di qualche sconto extra per risparmia qualcosa. È inutile negarlo, infatti: tutti, ma proprio tutti, abbiamo almeno un buon motivo per partecipare al Black Friday. Quel cappotto in vetrina che se solo costasse un po’ meno, lo smartphone che dovrebbe essere sostituito, la lavatrice che arranca sempre un po’ di più ad ogni lavaggio, senza dimenticare quei piccoli sfizi che a prezzo pieno pesano un po’ sul portafogli ma che con un 20% di sconto si possono anche osare.

Ebbene anche i lettori di Help Consumatori hanno dichiarato che approfitteranno del Black Friday: il 59%, alla domanda posta dalla nostra redazione sulla pagina Facebook, ha risposto in maniera affermativa, mentre il 41% lo considera solo un’americanata.

Nelle scorse settimane, molte sono state le stime e le ipotesi di acquisto fatte ne tentativo di comprendere le tendenze per il 2018.

Secondo il Codacons, il Black Friday di quest’anno muoverà un giro d’affari di 1,6 miliardi di euro, dei quali un miliardo attraverso l’e-commerce e coinvolgerà 15 milioni di italiani per una spesa media di circa 110 euro che riguarderà soprattutto l’elettronica e l’hi-tech via shopping online. I numeri diffusi dall’associazione sono tutti a favore dei negozi che aderiranno all’iniziativa, con un giro d’affari stimato in crescita del 10% rispetto al 2017 e con acquisti che coinvolgeranno 15 milioni di italiani, più 7% rispetto allo scorso anno. A far la parte del leone saranno i negozi online, con l’elettronica e l’hi-tech in testa alla classifica degli acquisti, seguiti dal comparto abbigliamento.

I “cacciatori di affari” più attivi, secondo idelo, hanno un’età tra i 35 e i 44 anni (27,9%), seguiti dai 25-34enni (21,9%) e in una posizione leggermente inferiore gli adulti tra i 45-54 anni (21,0%). Sono prevalentemente uomini (64,1% contro il 35,9%delle ricerche effettuate dalle donne).

Le regioni che hanno inciso maggiormente sull’effetto Black Friday nel 2017 sono prevalentemente collocate nel Nord del Paese. Al primo posto si trova il Trentino (+59,9%), seguito dal Friuli-Venezia Giulia (+44,5%), dalla Lombardia (+37,6%), dal Piemonte (+36,9%), dalle Marche (+36,9%) e infine dal Veneto (+36,7%). Le tre regioni italiane meno coinvolte sono state, invece, Valle d’Aosta (+16,4%, Calabria (+13,5%) e Molise (+5,6%).

Se, da una parte, Black Friday e il suo omologo su web, il Cybermonday, rappresentano uno strumento utilissimo per acquistare ciò che serve a poco prezzo, dall’altra c’è sempre il rischio di compiere acquisti avventati o, ancora peggio, di ritrovarsi con articoli contraffatti e pericolosi.

Per aiutare i consumatori, Adiconsum e Centro Europeo Consumatori Italia propongono una Campagna informativa per agevolare i clienti e sensibilizzarli sui diritti che si applicano agli acquisti online.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)