Oggi sono oltre 800mila gli impianti solari fotovoltaici in Italia, distribuiti praticamente in quasi tutti i comuni italiani: una potenza in grado di produrre energia pari ai consumi di oltre 10 milioni di famiglie. Numeri che posizionano il nostro Paese tra i primi al mondo per incidenza rispetto ai consumi elettrici, in grado di coprire l’8,4% di quelli nazionali. Inoltre sono già 1.499 i comuni che possiamo definire teoricamente “autosufficienti” dal punto di vista elettrico. Qui infatti, anche se immessa in rete e da questa prelevata per soddisfare le necessità, si produce più energia elettrica di quella consumata dalle famiglie residenti.

Per favorire lo sviluppo dell’autoproduzione da fonti rinnovabili e il risparmio in bolletta che Legambiente e Sungevity lanciano “A tutto Sole”, la campagna per l’autoproduzione di energia da solare, rivolta alle utenze domestiche, piccole medie imprese, alberghi, stabilimenti balneari, condomini.

Questi utenti potranno accedere a impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo di ottime prestazioni a condizioni favorevoli, approfittando anche resi disponibili dallo Stato, come la detrazione fiscale del 50%, lo scambio sul posto e il ritiro dedicato. La volontà della campagna è quello di trasformare quanti più consumatori in autoproduttori,

“Oggi in Italia, produrre e scambiarsi energia è una pratica di fatto vietata, ma l’Unione Europea ha posto le basi per realizzare, in maniera concreta, la trasformazione del sistema energetico in tutti gli Stati membri”, spiega Katiuscia Eroe, responsabile Energia di Legambiente.

Laddove queste pratiche sono già realtà, compreso nel nostro Paese, un prosumer, ovvero un produttore-consumatore di energia rinnovabile, può beneficiare di risparmi del 30-40% sul costo dell’energia rispetto alle tariffe medie nazionali. I produttori-consumatori della propria energia rinnovabile diventano così protagonisti di un nuovo modello energetico sempre più distribuito, incentrato sulle fonti rinnovabili, in grado di contrastare in maniera determinante i cambiamenti climatici, più democratico oltre che portatore di pace poiché gran parte degli scontri tra i paesi sono legati in modo diretto o indiretto alle risorse petrolifere.

Aderire al Gruppo di Acquisto Nazionale di impianti fotovoltaici, A Tutto Sole, promosso da Legambiente e Sungevity, è semplice e gratuito. Basterà infatti andare sul sito www.comunirinnovabili.it e seguire le istruzioni. A seguito dell’adesione, i tecnici di Sungevity potranno eseguire una valutazione di fattibilità gratuita dell’installazione, configurare il miglior impianto calibrato sugli specifici fabbisogni, calcolare la producibilità e il piano di rientro dell’investimento.

Cinque le configurazioni possibili, da 2 a 6 kW, a prezzi variabili in base alla tecnologia scelta e alla possibilità di associare all’impianto un accumulatore di energia per essere totalmente autosufficienti e rinnovabili. Grazie al Gruppo di Acquisto l’impianto solare è accessibile a condizioni particolarmente vantaggiose con prezzi a partire da 3.850,00 euro IVA inclusa. L’installazione viene effettuata da una rete di professionisti certificati su tutto il territorio nazionale e viene garantita per 5 anni.

“Il solare è oggi la tecnologia più accessibile e la più diretta in grado di portare benefici economici e ambientali subito. Grazie ai costi sempre più bassi, oggi la scelta di installare un impianto fotovoltaico rappresenta un’importante occasione per le famiglie e i territori. Sono già tante le esperienze che dimostrano come questa tecnologia sia entrata nel bilancio economico dei cittadini, delle aziende, o delle piccole, medie e grandi imprese, contribuendo a ridurre fortemente, e ad azzerare in alcuni casi, i costi in bolletta, migliorando i processi produttivi o la qualità di vita”, dice Giuseppe Sofia, Country Manager di Sungevity.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)