mare

Gli italiani non rinunciano alle vacanze estive. E partono, destinazione mare. In Italia vince la Puglia, all’estero la prima scelta è la Grecia, seguita dalla Croazia. La spesa media di quest’anno aumenta del 5% e sfonda i 730 euro a persona, anche a causa dei listini in crescita. Il giro d’affari raggiunge i 25,4 miliardi di euro.

I dati vengono dal Codacons, che ha diffuso uno studio sulle vacanze estive e la spesa delle famiglie. L’associazione parla di 34,5 milioni di italiani che si concederanno una vacanza nell’estate 2019.

«Dopo anni di crisi il comparto del turismo conferma nel 2019 la ripresa già avviata nell’ultimo biennio, con una crescita sia delle partenze, sia della spesa delle famiglie – spiega il Codacons – Rispetto a 10 anni fa il numero di cittadini che si concederà una vacanza nel periodo estivo cresce del +41%: nel 2009 infatti, in piena crisi economica, solo 24,2 milioni di italiani andarono in villeggiatura».

 

donna sulla spiaggia

 

Quanto si spende, dove si va

Aumenta la spesa media a persona, che passa dai 703 euro dello scorso anno ai 736 euro del 2019, con un incremento che sfiora il +5% su base annua. La spesa aumenta anche per il fattore prezzi, dice il Codacons, con i listini di beni e servizi in crescita in tutto il comparto turistico, dal trasporto aereo ai pacchetti vacanza, passando per stabilimenti balneari, ristorazione e strutture ricettive.

Gli italiani in ferie vanno al mare, prima di tutto in Italia, poi sulle coste greche, croate e spagnole. Sei italiani su dieci rimangono in Italia. Le mete di villeggiatura contano al primo posto il mare, scelto dal 70% dei vacanzieri. Dove si va? Chi non esce dai confini nazionali sceglie la Puglia, che si conferma in cima alle preferenze degli italiani e conquista il 21% delle famiglie, seguita da Sicilia, Toscana e Liguria. Tra le mete estere al top c’è la Grecia (30%), seguita da Croazia (25%) e Spagna (19%).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)