Ridurre i consumi degli elettrodomestici: consigli utili (foto pixabay)

Monitorare i consumi in casa è oggigiorno più che necessario se si vuole arginare i rincari sulle bollette. Se si considera il fatto che è in costante crescita il numero di elettrodomestici che si introducono in un appartamento si capisce quanto possa essere rischioso non badare all’uso che se ne fa. Inoltre è necessario prestare attenzione durante la fase di acquisto di questi dispositivi. Difatti ogni prodotto di questo tipo è dotato di un’obbligata etichettatura che fornisce tutte le informazioni utili relative al consumo. Quello che si deve fare è guardare la classe energetica a cui il dispositivo appartiene. Gli apparecchi a basso consumo rientrano nella classe energetica A. Se si vuole investire su un apparecchio di massima efficienza e consumo ridotto si deve optare per le classi A+ o A++. Di seguito alcuni consigli per ridurre i consumi in casa.

Televisore

Il televisore non è l’apparecchio domestico che più incide sul costo finale della bolletta. Tuttavia è bene essere a conoscenza del fatto che esiste una grande differenza in termini di consumo tra un vecchio televisore e le versioni successive. Infatti, una tv dotata di una retroilluminazine a led può consumare fino al 25 per cento in meno di energia rispetto ad una LCD e fino al 40 per cento in confronto ad una tv al plasma. Per questo motivo è preferibile sostituire i modelli tecnologicamente arretrati con altri di nuova generazione, pensiamo ad esempio alle smart tv. I costi di questi dispositivi intelligenti hanno catturato l’attenzione di molti consumatori in quanto è facilissimo imbattersi in offerte smart tv vantaggiose. Per evitare sprechi è consigliato acquistare un televisore che abbia una dimensione necessaria a garantire una buona visibilità, più grande è l’apparecchio maggiore sarà il suo consumo, ad esempio se il punto da cui si guarda la tv è distante circa 3 metri dallo schermo è perfetta una tv da 55 pollici mentre se la distanza scende sotto i 2 metri si può scegliere uno schermo da 32 pollici. Inoltre è sconsigliato attivare la funzione stand-by che, al contrario di quanto si crede, ha un consumo che corrisponde a circa 4 watt all’ora e non è, quindi, gratuita. Guardare la tv con la luce spenta abbassando il livello di brillantezza è un altro piccolo tassello per il risparmio sulla bolletta dell’energia.

Frigorifero

Il frigorifero è un elettrodomestico a cui non si può rinunciare in casa ma è anche fra quelli che consuma di più, precisamente il suo consumo corrisponde a più del 20 per cento sul totale. Non c’è da meravigliarsi in quanto è attivo sempre e non può essere scollegato dalla presa elettrica. Tuttavia è possibile intervenire e iniziare ad usarlo in maniera intelligente. I dati suggeriscono che un frigorifero mediamente consuma tra i 100 e i 240 watt ogni ora, la prima cosa da fare per modificare questo dato è preferire elettrodomestici ad una sola porta e che hanno il freezer separato. È durante l’acquisto che, dunque, si deve riflettere per non cadere in errore. La grandezza è un’altra caratteristica che incide molto sul consumo, così come accennato per la televisione, meglio quindi optare per modelli che hanno una dimensione adeguata alle proprie esigenze: l’efficienza media raccomandata per ogni singola persona è di circa 150 litri. È fondamentale: non sovraccaricare gli scomparti perché più sono pieni e più energia è richiesta per garantire la conservazione del cibo; non aprire il frigo inutilmente causando la dispersione del freddo e pulire con costanza per evitare la formazione di ghiaccio che danneggia il corretto funzionamento della temperatura di refrigerazione. Inoltre è sbagliato disporre i cibi in scomparti differenti da quelli di destinazione perché ogni parte di questo elettrodomestico è stata progettata in maniera tale da distribuire la temperatura adeguata a seconda delle zone, ad esempio le parti più basse sono più fredde e servono per conservare carne e pesce. Un corretto uso darà in breve tempo i risultati attesi.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)