Banche venete, vittoria di UNC: Intesa Sanpaolo condannata a risarcire due risparmiatori

Intesa Sanpaolo e CNCU, firmato Accordo Quadro 2021-2023

Intesa Sanpaolo e le Associazioni dei consumatori del CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori Utenti), hanno presentato il nuovo Accordo Quadro «Innoviamo le relazioni 2.0 2021 – 2023»  che intende proseguire e consolidare la collaborazione avviata nel 2019 nell’ambito dell’accordo precedente.

L’obiettivo dell’Accordo Quadro è quello di consolidare le relazioni fra Intesa Sanpaolo e le Associazione dei consumatori e rafforzare l’azione comune sul territorio. Ci sarà inoltre la progettazione comune di azioni di informazione, educazione finanziaria e inclusione a beneficio di clienti e di consumatori.

«L’Accordo Quadro con le Associazioni dei Consumatori ha rappresentato un passaggio strategico nello sviluppo delle relazioni con i clienti-consumatori – commenta Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo – in due anni e con una pandemia in corso, ci siamo confrontati su ben dieci tematiche d’interesse collettivo, raggiungendo importanti obiettivi concreti dal punto di vista della trasparenza che della chiarezza delle informazioni, valori per la nostra Banca fondamentali. Sulla scia della soddisfazione e del successo di questa collaborazione, abbiamo lavorato per il rinnovo e il miglioramento dell’Accordo per un ulteriore biennio, puntando a traguardi sempre più ambiziosi nell’interesse comune di perfezionare il servizio ai consumatori».

Accordo Quadro 2021-2023, i contenuti

L’obiettivo della nuova intesa, di durata biennale, tra il primo Gruppo bancario italiano e le principali Associazioni dei consumatori, è quello di consolidare e di strutturare nel tempo la collaborazione fra Intesa Sanpaolo e le Associazioni su tematiche bancarie, finanziarie e assicurative di comune interesse. L’intento è inoltre quello di rafforzare i rapporti esistenti per migliorare sempre di più il servizio ai consumatori attraverso una maggiore capillarità e trasparenza delle informazioni.

Il nuovo Accordo, spiega una nota, si focalizza su tre nuove macro aree.

La prima riguarda Prodotti e Servizi / Educazione bancaria assicurativa / Rapporti territoriali. Comprende nel dettaglio la rilevazione più approfondita dei bisogni al fine di migliorare ulteriormente l’offerta di prodotti e servizi in un’ottica di centralità del consumatore; lo sviluppo di forme congiunte di educazione finanziaria, anche attraverso la trasparenza e chiarezza delle informazioni sui prodotti; l’organizzazione condivisa e partecipazione agli incontri a livello territoriale tra i delegati locali delle Associazioni e i rappresentanti di Intesa Sanpaolo.

La seconda riguarda Normativa e Authority / Assistenza clienti e Conciliazione. Comprende a sua volta l’analisi congiunta di trend normativi e dei potenziali impatti sulla clientela-consumatori per la creazione di un canale strutturato di dialogo e confronto, anche istituzionale, e di progettazione condivisa. E l’analisi delle problematiche di maggior rilievo sia in ambito reclami che conciliazione attraverso una migliore interazione tra Intesa Sanpaolo e le Associazioni dei consumatori.

Il terzo campo riguarda Educational / Sostenibilità e Impact. E a sua volta comprende il focus sul settore dell’educazione finanziaria, dell’informazione e della cultura e l’approfondimento sulla sostenibilità con il coinvolgimento dei referenti della Banca in sinergia con le Associazioni dei consumatori e la Direzione Impact di Intesa Sanpaolo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)