Comprendere le criptovalute: le regole di base

Per quanto soggette a periodi di alti e bassi, le criptovalute restano sempre un prodotto di successo, e sono sempre più numerosi gli investitori, esperti o meno, che si orientano in questa direzione. Talvolta la scelta è semplicemente quella di differenziare il proprio portafoglio, in altre situazioni l’idea è di intraprendere la carriera di trader.

Le criptovalute, soprattutto per la volatilità e le variazioni di prezzo, possono facilmente indurre a commettere errori e a conseguenti compromissioni o perdite del proprio capitale.

Trattandosi di un mondo in continuo cambiamento, e di un tipo di prodotti complicato da gestire, è importante, prima di iniziare ad investire e a fare trading, prestare attenzione ad una serie di fattori determinanti, e soprattutto a non commettere alcuni errori molto comuni.

Premessa

Nel mondo del trading, l’informazione è fondamentale per evitare errori, per imparare le tecniche e per tutelarsi. Il consiglio è quello di consultare  questa guida per imparare ad investire in criptovalute e di seguire le notizie e gli approfondimenti di Broker-Forex.it, il riferimento online per gli investitori, così come per gli appassionati e per chi vuole provare a sperimentare il trading online. Il sito offre notizie sempre aggiornate, analisi e approfondimenti interessanti sia per i principianti che per gli esperti.

Non investire i propri risparmi o il capitale di cui si ha bisogno

Il trading online, e in particolare gli investimenti nelle criptovalute, sono molto rischiosi: anche nel periodo in cui le crypto sembrano aumentare continuamente di valore, l’estrema volatilità di questi prodotti virtuali rappresenta un vero pericolo, soprattutto per chi non ha esperienza. Per tale ragione, è importante evitare di utilizzare risparmi messi da parte per sostenere una spesa, e riservare unicamente fondi che si è disposti a mettere a rischio.

Proteggere sempre il proprio portafoglio virtuale

I wallet virtuali non sono del tutto esenti da rischi, anzi, non è per niente impossibile trovarli vuoti. È importante dotarli sempre di un sistema efficace di protezione, ad esempio un metodo di autenticazione a due fattori. Allo stesso modo si raccomanda di non diffondere mai la chiave privata del portafoglio, che consentirebbe a chiunque di accedervi.

Prestare attenzione ai trasferimenti di valuta virtuale

Trasferendo le crypto da un portafoglio ad un altro, può accadere di perdere inesorabilmente tutto il proprio investimento. In questo caso, è inutile anche rivolgersi al servizio assistenza del broker: gli errori di trasferimento sono di responsabilità dell’utente. Prima di effettuare questo tipo di operazioni, è importante verificare con attenzione quali modalità siano accettate dalla piattaforma di riferimento.

Diversificare sempre il proprio portafoglio

Molti non tengono conto del fatto che il trading con le criptovalute comporta sempre e comunque dei rischi. Scegliere un singolo prodotto significa quindi essere maggiormente esposti a tali rischi: diversificare il portafoglio con più prodotti è la soluzione migliore per ridurre il rischio e tutelarsi.

Non pensare di guadagnare cifre enormi

Un rischio molto diffuso è quello di credere che il trading possa trasformare tutti in milionari. Se alcuni hanno fatto una discreta fortuna con i primi Bitcoin, non è detto che funzioni sempre così. Inoltre, occorre pazienza, accuratezza e precisione, oltre ad un continuo studio per ampliare le proprie competenze ed essere in grado di elaborare una strategia giusta. Credere di diventare ricchi è un errore che porta ad incorrere nelle truffe, fidandosi di piattaforme poco note che offrono la possibilità di vivere di rendita: è bene evitare sempre questo tipo di proposte.

Fare errori di digitazione durante le transazioni

Questo avvertimento può apparire insolito o assurdo ma purtroppo è così. L’irreversibilità del blockchain è importante, ma è ugualmente rischiosa. Digitare un numero errato o un dato errato in questo caso non consente in alcun modo di rimediare all’errore, con conseguenze anche piuttosto drammatiche.

Pensare che le monete virtuali costino poco

Il valore di pochi centesimi di una moneta virtuale spesso trae doppiamente in inganno: c’è chi pensa che costi poco e che potrebbe incrementarsi notevolmente, e c’è chi pensa che sia conveniente. In realtà non è il prezzo singolo di cui si deve tenere conto, ma il costo dell’intera operazione effettuata e della moneta nella sua globalità. Inoltre i token sono valutati in dollari, tuttavia le quotazioni non dimostrano quale sia il loro valore effettivo nei confronti delle valute reali.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)