coppia a natale

In viaggio con partner e famiglia

Natale e Capodanno sempre più spesso vuol dire vacanza. Non per tutti, perché se quattro italiani su dieci (41% in tutto) organizzeranno qualche viaggio nel periodo delle feste, è anche vero che il 59% dei connazionali indica che non partirà nel periodo compreso fra la fine dell’anno e l’Epifania. Ma la tendenza al viaggio di Natale sembra diventata una tradizione, almeno secondo quanto emerge dall’andamento del periodo natalizio negli ultimi dieci anni, fra consumi, stili di vita e tendenze emergenti.

Con le feste iniziano dunque le vacanze invernali. Per Confesercenti-Swg riguarderanno circa 19 milioni di italiani per una spesa media di 684 euro a persona, in calo, e un giro d’affari complessivo di oltre 13 miliardi di euro.

 

mercatino di natale
Vacanze invernali, si va nei mercatini natalizi

 

Italia, città d’arte e montagna: si parte

Le coordinate dei viaggiatori in partenza dicono che l’Italia rimane la destinazione preferita per oltre sette su dieci (76%). Le vacanze invernali saranno occasione per visitare città d’arte (42%) seguite dalle mete di montagna (25%). Vince su tutti la vacanza di coppia, che quest’anno batte quella in famiglia (38% vs 37%).

Le vacanze invernali 2019, dice Confesercenti, sono «un segnale positivo in chiusura di un anno turistico che ha presentato luci ed ombre».

Quest’anno saranno infatti oltre 19 milioni gli italiani che si concederanno una vacanza tra Natale, Capodanno e l’Epifania, oltre 1,3 milioni di persone in più rispetto allo scorso anno.  Cala un po’ la spesa media: quest’anno il budget medio è di 684 euro a persona, contro i 734 euro rilevati nel 2018, per un giro d’affari complessivo che supera i 13 miliardi di euro.

In viaggio con partner e famiglia

Il 37% di chi ha intenzione di fare una vacanza durante le prossime feste andrà in viaggio con la famiglia, in leggera diminuzione rispetto al 40% rilevato nel 2018. Un calo compensato dal successo dei viaggi di coppia: a segnalare l’intenzione di fare una villeggiatura con il partner è il 38% degli intervistati, contro il 31% dello scorso anno. In calo, invece, la percentuale di italiani in vacanza con gli amici, che passa dal 21% al 18%, e di chi invece sceglie di viaggiare solo (dal 7% al 6%). Stabili all’1% i fedelissimi dei gruppi organizzati.

 

capodanno
Capodanno

 

Per quanti giorni in vacanza?

Quanto durano le vacanze? In media circa 5 giorni, con un andamento stabile rispetto allo scorso anno. In particolare quest’anno risultano in crescita le mini-vacanze di due giorni, indicate dal 13% dei concittadini contro il 9% del 2018, mentre rimane stabile la quota di chi invece farà un viaggio di 6-7 giorni, il 17% come nel 2018.

Il 56% dei turisti starà fuori dai 3 ai 5 giorni, mentre l’8% farà un viaggio di 8-10 giorni (in calo rispetto all’11% dello scorso anno). Il 3% starà fuori due settimane e un altro 3% oltre 15 giorni.

Il 29% degli italiani in vacanza preferisce alloggiare in un albergo o una pensione, mentre un altro 27% sceglierà casa di amici o parenti.

Si rimane soprattutto entro i confini nazionali. Il 76% degli intervistati passerà la villeggiatura in Italia, in linea con lo scorso anno, mentre il 19% opterà per una destinazione europea. Cresce leggermente il numero di italiani in viaggio oltre i confini del continente che quest’anno sarà il 5%, contro il 4% del 2018.

Complessivamente, per il 42% dei connazionali in viaggio si profila una vacanza all’insegna della cultura e delle città d’arte, leggermente in calo rispetto al 44% dello scorso anno, mentre il 25% ha scelto una villeggiatura in montagna (era il 27% nel 2018).

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)