Non solo carte di credito clonate, criminali e truffatori ora puntano anche al codice CVV: i tre numeri che si trovano sul retro della carta di credito e che costituiscono il codice di sicurezza che, una volta in possesso delle mani sbagliate, permette di effettuare acquisti all’insaputa del titolare. A mettere in allerta sulle nuove mire dei crimine è Adiconsum Piemonte che, tramite il suo avvocato, Patrizia Polliotto, invita i consumatori “ad attivare i messaggi attraverso i cellulari per comprendere se vi siano situazioni anomale”.

“Se i truffatori riescono in qualche modo a impossessarsi del numero della carta e del CVV”, chiarisce Polliotto, “sono in grado di fare acquisti on line a nome degli intestatari della carta. Sono in molti a essere rimasti vittima della truffa, trovandosi conti correnti prosciugati senza nemmeno sapere il motivo”. È quindi consigliabile, consigliano dall’associazione, coprire il CVV e memorizzare altrove le cifre.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)