Più corse, meno attesa e un miglior rapporto di fiducia tra cliente e tassista. Mytaxi, l’app per i taxi leader in Europa, ha presentato oggi, presso il Senato della Repubblica, i risultati dello studio “Mobilità Urbana e Tecnologia: l’impatto dell’e-hailing”.

Dall’indagine emerge che l’introduzione dell’e-hailing è in grado di generare una riduzione dei tempi di attesa medi tra una corsa e l’altra stimata intorno ai 6,5 minuti in orari di morbida (18%) e a 4,1 minuti in orari di punta (27%). A Roma, tale risparmio di tempo risulta maggiormente rilevante in ora di punta (-7,3 minuti, ovvero una diminuzione del 40%). Al contrario, per Milano i risparmi di tempo risultano maggiori in percentuale (30%) rispetto alla media nell’ora di morbida.

L’utilizzo della piattaforma di e-hailing rispetto alle altre modalità di chiamata e prenotazione risulta, inoltre, molto elevata: l’app viene usata in media per il 51% delle prenotazioni ricevute da un driver, mentre le restanti modalità (strada/parcheggio e chiamata telefonica) contano rispettivamente per il 38% e l’11% delle corse. Questo fenomeno è maggiormente marcato a Milano (59% delle chiamate/prenotazioni gestite via app), rispetto a Roma (49%) e Torino (42%). La survey ha, inoltre, evidenziato come l’uso dell’e-hailing genera un cambiamento nelle modalità di pagamento. Il pagamento tramite app viene effettuato nel 66% dei casi a Milano, 57% a Roma, 56% a Torino.

Ma l’impatto più rilevante generato dall’e-hailing nel settore taxi è probabilmente quello relativo all’aumento del numero di corse, in quanto consente ai tassisti di intercettare la domanda con maggiore efficacia. Per il 68% degli intervistati l’introduzione dell’e-hailing si è accompagnata a un aumento di almeno 3 corse in più al giorno, mentre quasi il 20% ha dichiarato di effettuare almeno 5 corse in più al giorno.

La survey ha, infine, indagato il tema del cambiamento del rapporto tra tassista e passeggero, evidenziando in particolare la percezione di una maggiore rilassatezza (in misura rilevante, nel 56% dei casi) dei clienti rispetto al percorso e al prezzo della corsa. La migliore informazione e trasparenza in merito ai costi e al percorso fornita attraverso le funzioni della piattaforma di e-hailing risulta avere un ruolo fondamentale nella definizione di un rapporto di fiducia fra utente e fornitore del servizio.

Dallo studio emerge, dunque, che l’arrivo di piattaforme digitali, come mytaxi, nel contesto del trasporto pubblico non di linea, ha un altissimo potenziale di sviluppo, in quanto permette di migliorare il matching tra domanda e offerta, incontrando, da un lato, le necessità di mobilità dei cittadini sempre più alla ricerca di servizi flessibili, on-demand e tecnologicamente evoluti e, dall’altro, quella dei tassisti di fornire un servizio sempre più efficiente, trasparente, immediato e al passo coi tempi.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)