OSSERVATORIO. Assicurazione mutuo: quali tutele e quali rischi

Sempre più italiani si affidano al web per confrontare i mutui più convenienti e le assicurazioni migliori e per trovare una soluzione abbordabile ai propri disagi economici, ma la situazione, tra speculazioni e aumenti, si fa sempre più preoccupante.  L’Isvap, infatti, ha messo sotto accusa le banche che propongono ai propri clienti che stipulano contratti per i mutui sulla casa, polizze vita e infortuni a prezzi da capogiro. È questo un chiaro conflitto di interessi che vede gli istituti di credito proporre una protezione per i mutui casa che hanno erogato, vendendo polizze di cui sono beneficiari. Si tratta di ulteriori rincari che vanno a colpire il mercato dei finanziamenti, che già devono fare i conti con tassi altissimi e difficoltà di concessione. I costi che il cliente deve corrispondere per l’assicurazione mutuo sono spropositati, considerando che le provvigioni percepite dalle banche sono pari al 50% del premio totale. Anche Abi e Ania hanno steso un documento congiunto che ha lo scopo di richiamare le banche sull’argomento, ovvero ridurre i costi che i mutuatari devono corrispondere per l’assicurazione mutuo.

Il regolamento diffuso qualche giorno fa dall’ISVAP e ripreso anche da ANIA (Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici) vieta agli istituti di credito di vendere direttamente ai propri clienti un’assicurazione di copertura per mutui e finanziamenti, vieta di assumere il ruolo di beneficiario/ vincolatario, nonché di intermediario delle prestazioni assicurative. È importante sapere che quando si accende un mutuo gli istituti di credito richiedono la stipula obbligatoria di un’assicurazione mutuo.

Le nuove normative dovrebbero porre un freno al malcostume tipico di taluni (per non dire la maggior parte degli) Istituti di Credito di imporre – perché di imposizioni si tratta –tariffe altissime per assicurazioni che, tra l’altro, sono un servizio non offerto direttamente da loro bensì demandato a compagnie con le quali stringono accordi di partnership non troppo leciti.

Generalmente l’assicurazione, sulla casa posta in ipoteca, è richiesta per eventi come incendio e scoppio a tutela del capitale prestato dalla banca e a tutela del mutuatario. Inoltre come detto, è possibile stipulare polizze vita valide in caso di morte del contraente, polizze multi rischi in caso di infortunio e malattia e polizze a responsabilità civile in caso di danni a terze persone. Il cliente ha la facoltà di decidere se stipulare l’assicurazione mutuo tramite la banca erogante – entro i limiti stabiliti dall’Isvap – oppure tramite una concessionaria esterna scelta direttamente dal contraente. In ogni caso si renderà necessario il pagamento di tale polizza che sarà in un’unica soluzione annuale o in due soluzioni semestrali e potrà essere a forfait oppure a percentuale variabile in base all’importo del capitale erogato. Assicurare se stessi e la propria casa quando si accende un mutuo permette di essere tranquilli di fronte ad ogni imprevisto. Per confrontare i mutui casa in pochi minuti visita Supermoney.

Comments are closed.