1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Ambiente’

Smog, Greenpeace Italia e Clientearth diffidano Regione Lazio

lunedì, 19 febbraio, 2018

Il ripetuto sforamento dei livelli di inquinamento relativi a sostanze come il biossido d’azoto (NO2) e le polveri sottili (PM10) ha portato Greenpeace Italia e ClientEarth a notificare una lettera di diffida alla Regione Lazio con la richiesta di adottare un “Piano di Risanamento per la Qualità dell’Aria” che individui le misure necessarie a riportare i livelli di inquinamento atmosferico nel Lazio al di sotto dei valori di legge nel più breve tempo possibile. (altro…)



MobilitAria 2018, Kyoto Club: lento miglioramento ma emissioni restano alte

venerdì, 16 febbraio, 2018

Sulla qualità dell’aria nelle grandi città ci sono timidi segnali di miglioramento, ma il livello delle concentrazioni PM10 e NO2 resta alto. Lo sostiene il rapporto “MobilitAria 2018” curato da Kyoto Club e CNR-IIA e presentato stamattina, durante la conferenza “Cambiamenti climatici, politiche di mobilità e qualità dell’aria nelle grandi città italiane”. Nelle Città metropolitane nel periodo 2006-2016, emerge che per il biossido di Azoto (NO2) si registrano miglioramenti tra il 36% e il 45% a Bari, Bologna, Catania e Reggio Calabria. (altro…)



Plastica, Marevivo: stop all’uso delle cannucce

venerdì, 16 febbraio, 2018

Dopo la battaglia contro le microplastiche, Marevivo rilancia e chiede lo stop all’uso delle cannucce in plastica. Sono uno di quegli oggetti comuni e in plastica monouso che, per una manciata di minuti in cui vengono usati, impiega centinaia di anni per essere smaltita. Una cannuccia in plastica in media viene usata per 20 minuti poi gettata via, ma per smaltirla servono 500 anni. Spesso finisce nei mari e negli oceani e si degrada in microplastica, entrando poi nella catena alimentare. Marevivo chiede di ridurne l’uso e di preferire cannucce biodegradabili ed ecologiche. (altro…)



Raccolta differenziata, Anci- Conai: la fa il 97,7% dei Comuni italiani

giovedì, 15 febbraio, 2018

Nel 2016 la raccolta differenziata dei rifiuti ha riguardato il 97,7% dei Comuni italiani (7.813) e il 99,5% della popolazione (60.314.369), con un aumento in quest’ultimo caso del 2% rispetto al 2015. È quanto emerge dal VII Rapporto sulla banca dati Anci-Conai (rispettivamente l’Associazione dei Comuni italiani e il Consorzio nazionale imballaggi). Il Nord si conferma la macro area con le più elevate performance di raccolta, con il 54% di tutta quella conferita al Conai. Anche il Centro e il Sud, con una resa media pro capite tra gli 86 e i 77 chili per abitante all’anno, fanno registrare dati confortanti, affermano Anci e Coani. (altro…)



Politiche 2018, Legambiente: le sfide ambientaliste per la prossima legislatura

giovedì, 15 febbraio, 2018

Dalle politiche climatiche ad un piano 5.0 per l’economia circolare, dalla fiscalità green alla rigenerazione urbana con una road map 2030 per la mobilità sostenibile e la lotta all’inquinamento passando per il Mediterraneo e il rilancio della cooperazione internazionale. Legambiente presenta sfide e idee green per la nuova legislatura e lancia un appello ai candidati politici: “La politica non sfugga alle sue responsabilità. L’ambiente rappresenta una grande opportunità per un’Italia che scommette su qualità e innovazione, lavoro e riduzione delle disuguaglianze”. (altro…)



Lotta al cambiamento climatico, Coalizione Clima: le proposte ai partiti

lunedì, 12 febbraio, 2018

Contrasto ai cambiamenti climatici, decarbonizzazione, partecipazione democratica alle scelte strategiche del paese, impegni più vincolanti per il rispetto degli obiettivi di Parigi e giustizia ambientale: sono le richieste della Coalizione Clima, che in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo ha stilato un documento con una serie di proposte rivolte a partiti e coalizioni per sostenere la lotta ai cambiamenti climatici e la transizione verso un’economia decarbonizzata. (altro…)



Sviluppo Sostenibile: al via il Green City Network per città sempre più verdi

venerdì, 9 febbraio, 2018

Si chiama “Green City Network” la nuova iniziativa “verde” per le città italiane. La sfida cui sono chiamati i centri urbani è infatti quella di diventare “green” nelle pratiche e nell’assetto cittadino, rispondendo a una maggiore qualità ambientale, ai cambiamenti climatici e al modello di un’economia circolare. E così  è partita da Roma l’attività del “Green City Network”, iniziativa promossa dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per dare seguito all’iniziativa presa lo scorso anno con il lancio del manifesto “La città futura” per lo sviluppo della green economy nelle città. (altro…)



Sprechi alimentari, Last Minute Market: migliorano performance delle famiglie

sabato, 3 febbraio, 2018

100 grammi di cibo a giorno a testa gettato nella pattumiera, vale a dire 36,92 Kg di alimenti all’anno per ognuno sprecati a cui corrisponde un costo pari a 250 euro. Sono i numeri reali dello spreco alimentare, raccolti e analizzati per la prima volta in Italia dai “Diari di Famiglia dello spreco”, nell’ambito della campagna Spreco Zero di Last Minute Market e in vista della quinta Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare del 5 febbraio 2018. (altro…)



Inquinamento atmosferico, Mal’Aria Legambiente: 39 città fuorilegge

sabato, 3 febbraio, 2018

Quanta mal’aria si respira nelle città italiane? Ancora troppa, se si considera che lo scorso anno sono state 39 le città “fuorilegge” con livelli di Pm10 alle stelle e una situazione critica soprattutto (ma non solo) nella pianura padana e nelle città del nord. L’emergenza smog è sempre più cronica, dice Legambiente, che ha presentato oggi il rapporto sull’inquinamento atmosferico nelle città “Mal’aria 2018”. Il dossier evidenzia una situazione da codice rosso in molte città a causa delle alte concentrazioni di polveri sottili e di ozono. (altro…)



Gas di scarico: test su cavie umane. Sotto accusa Volkswagen, Daimler e Bmw

sabato, 3 febbraio, 2018

Scimmie ed esseri umani usati come cavie per testare i gas di scarico delle auto diesel dei colossi tedeschi. La nuova inquietante rilevazione apparsa oggi sulla stampa tedesca, apre lo scenario di uno scandalo ben più grosso di quello dei livelli di emissioni rilevati con i software truccati. Secondo Sueddeutsche Zeitung e Stuttgarter Zeitung sarebbero coinvolte Vw, Daimler e Bmw. Daimler però prende le distanze da questo nuovo caso. La questione riguarderebbe uno studio condotto dalla Società di Ricerca europea per l’Ambiente e la Salute nei Trasporti, fondata dai 3 colossi dell’auto, che avrebbe fatto inalare ossido di azoto a un gruppo di persone sane. (altro…)



Economia circolare, Ue: più riciclo e taglio del 50% per gli sprechi alimentari

venerdì, 2 febbraio, 2018

Riciclo dei rifiuti urbani al 65% nel 2035, riduzione del 50% degli sprechi alimentari al 2030, aumento del riciclo degli imballaggi, aumento della responsabilità dei produttori: ecco alcune delle novità che saranno introdotte dalle nuove direttive europee per l’economia circolare. Il pacchetto di direttive, che riguarda rifiuti e circular economy, approvate dal Consiglio, dalla Commissione e dal Parlamento europeo, sono state illustrate oggi durante il convegno“Circular Economy, le direttive europee appena approvate” organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. (altro…)



Sicuro, sostenibile, riciclabile, Censis: il vetro e i nuovi stili di vita e consumo

mercoledì, 31 gennaio, 2018

Un materiale antico è diventato simbolo di modernità tanto che per 28 milioni di italiani non è sostituibile in utilizzi di vita decisivi. Le sue qualità più gettonate? Per i 35% degli italiani sono igiene e salute e per circa il 26% ecologia e riciclabilità. Stiamo parlando del vetro che, dopo un tempo in cui sembrava relegato ai margini da nuovi materiali artificiali, oggi è sulla frontiera più avanzata di stili di vita, modelli di consumo e sistemi valoriali. Il “Valore sociale di prodotti e attività dell’industria vetraria in Italia” (questo il titolo dell’indagine condotta dal Censis da cui sono tratti i dati riportati) si materializza in una pluralità di aspetti. (altro…)



Smog, Commissione Ue: niente più rinvii, misure attive entro lunedì

martedì, 30 gennaio, 2018

“Per adesso non abbiamo alcun deferimento” alla Corte Ue per lo smog, “anche se nel nostro Paese molti lo speravano”. Così il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti dopo l’incontro convocato dal commissario Vella. Ora “dipenderà da come la Commissione valuterà il materiale”, ma per l’Italia è una “continuazione del dialogo” che “fino a oggi ha evitato il deferimento”, con “il lavoro fatto che ha dato risultati nel miglioramento della qualità dell’aria, con sforamenti ridotti dal 2000 di più del 70%”. (altro…)



Smog, ultima chance per l’Italia. Greenpeace: veleni da Palermo a Milano

lunedì, 29 gennaio, 2018

Milano, Torino, Roma, Palermo: quattro importanti città italiane avvolte dalla stessa nube di veleni a base di biossido di azoto (NO2). Secondo le ultime rilevazioni effettuate da Greenpeace in 40 giorni diversi presso altrettanti istituti scolastici (asili o elementari) di queste città, 39 monitoraggi su 40 hanno rilevato concentrazioni di NO2 superiori ai 40 microgrammi per metro cubo (μg/m3), valore individuato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la protezione della salute umana. Il biossido di azoto è classificato tra le sostanze certamente cancerogene. (altro…)



Rifiuti sulla spiaggia, Fare Verde: in riva al mare tantissima plastica

lunedì, 29 gennaio, 2018

Uno scaldabagno e una tuta da sci. Due televisori. Scarpe spaiate. E 7 mila bottiglie di plastica. Ecco quanto si può trovare sulle spiagge italiane in una tranquilla domenica di gennaio. E non ci sono tante differenze fra Nord e Sud Italia: sulle spiagge finiscono tantissimi rifiuti, soprattutto plastica, cotton fioc e resti di reti da pesca, tanto polistirolo e appunto una serie di rifiuti ingombranti che davvero non ci si aspetterebbe di trovare in riva al mare. Il bilancio viene dall’associazione ambientalista Fare Verde, che ieri ha svolto la tradizionale pulizia delle spiagge nell’ambito della manifestazione “Il mare d’inverno”. (altro…)



Rumore: Commissione Ue esorta Italia ad adottare mappe acustiche

giovedì, 25 gennaio, 2018

Adottare mappe acustiche e piani di azioni contro il rumore. L’Italia è indietro nelle rispertto delle direttive comunitarie e oggi la Commissione europea ha inviato un parere motivato in cui esorta il paese a rispettare le disposizioni fondamentali della direttiva sul rumore (direttiva 2002/49/CE). (altro…)



Clima, il Pianeta scotta. WMO: caldo, ultimi tre anni da record

lunedì, 22 gennaio, 2018

Il Pianeta scotta. Il caldo è aumentato e temperature record si accompagnano sempre più spesso a fenomeni meteorologici estremi. Quanto sia diffuso tutto questo è reso evidente dai dati diffusi nei giorni scorsi dall’Organizzazione meteorologica mondiale (WMO): gli ultimi tre anni sono stati i più caldi di sempre. Nel 2017 la temperatura media globale è stata di 1,1°C sopra i livelli dell’era preindustriale. Dice il WWF: “Ormai siamo di fronte a colpi di cannone, non più campanelli d’allarme”. (altro…)



Rifiuti: l’Europa adotta la strategia sulla plastica

sabato, 20 gennaio, 2018

La Commissione europea adotta una strategia sulla plastica per ridurre i rifiuti, riciclare di più, proteggere l’ambiente e al tempo stesso cambiare la progettazione e l’uso dei prodotti in plastica. “La prima strategia sulla plastica, adottata oggi, si inserisce nel processo di transizione verso un’economia più circolare”, promette la Commissione europea. Ogni anno gli europei producono 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, ma meno del 30 % è raccolta per essere riciclata. Nel mondo, le materie plastiche rappresentano l’85 % dei rifiuti sulle spiagge. (altro…)



Glifosato: Parlamento Ue istituisce commissione speciale sui pesticidi

sabato, 20 gennaio, 2018

Il Parlamento europeo non ci sta: riguardo alla questione del rinnovo dell’autorizzazione all’utilizzo del glifosato in agricoltura vuole vederci chiaro. Sono ancora troppi, secondo gli europarlamentari, gli interrogativi lasciati senza una risposta certa. (altro…)



Ecoshopper, IMQ chiarisce dubbi dei consumatori (almeno sulla sicurezza)

venerdì, 19 gennaio, 2018

Presi in serie da quattro o cinque, strappati dai loro compagni di rotolo senza alcuna pietà, sfregati tra le mani nella speranza di separarne le parti, riempiti di ogni cosa e poi buttati via come un qualsiasi rifiuto. I sacchetti per ortofrutta stanno vivendo dall’inizio dell’anno una notorietà che fino alla fine del 2017 non avevano mai avuto, diventando argomento di grande attualità e campo per dibattito politico. I dubbi e le leggende che circolano sui sacchetti sono tanti e spaziano dalla loro efficacia in termini di impatto ambientale, alla loro effettiva igiene: sono in molti anche a chiedersi se è possibile utilizzare buste portate da casa. (altro…)



Dieselgate, Altroconsumo: “Dopo l’officina prestazioni auto peggiori”

venerdì, 19 gennaio, 2018

Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore: quasi la metà di 10.500 automobilisti europei intervistati da Altroconsumo ha notato alcuni di questi peggioramenti nella vettura, dopo la sostituzione del software irregolare da parte di Volkswagen. In Europa il Dieselgate ha investito oltre 8,5 milioni di automobili del gruppo Volkswagen dotate di defeat device per “giocare sporco” ai test. Grazie al software irregolare nella centralina del motore, capace di rilevare un test di omologazione in esecuzione, le emissioni di ossidi d’azoto, gli NOx, inquinanti, risultavano entro i limiti. (altro…)



Enea e imprese insieme per salvare pasta, olio e vino dal cambiamento climatico

giovedì, 18 gennaio, 2018

I cambiamenti climatici hanno un forte impatto sull’agricoltura. Eventi atmosferici estremi, piogge troppo intense o siccità, invasione di specie dannose possono mettere a rischio eccellenze alimentari quali pasta, olio e vino. E così, per salvare questi prodotti, Enea e tre aziende big del settore si sono unite in un’alleanza fra scienziati e grandi imprese per preservare le eccellenze alimentari della tavola mediterranea, pasta olio e vino, dall’impatto dei cambiamenti climatici. Si chiama Med-Gold, Oro del Mediterraneo, ed è un progetto europeo di ricerca dedicato a vite, olivo e grano duro, minacciati dall’invasione di specie dannose e dal rischio di eventi atmosferici estremi, per effetto del climate change. (altro…)