1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Inquinamento’

Energia, petizione #migliaiadivite: chiudere tutte le centrali a carbone entro il 2025

venerdì, 21 luglio, 2017

Chiudere tutte le centrali a carbone entro il 2025. Per salvare #migliaiadivite. Così si chiama infatti la petizione lanciata da WWF Italia, Greenpeace Italia e Legambiente per chiedere al Governo italiano la chiusura definitiva delle centrali a carbone in Italia, un’industria inquinante e pericolosa per la salute, entro il 2025. In Italia, affermano gli ambientalisti, “le 12 centrali a carbone esistenti nel 2013 causavano circa 10 morti premature a settimana e costavano agli italiani ogni anno 1,4 miliardi di euro di spese sanitarie”. (altro…)



HC Istruzioni per l’uso. Perché ridurre il consumo di bottiglie in plastica

lunedì, 17 luglio, 2017

Per la rubrica “HC Istruzioni per l’uso”, oggi ospitiamo il contributo inviatoci dall’azienda tedesca Trade Machine sul consumo dell’acqua in bottiglia e l’impatto della produzione del PET sull’ambiente”. (altro…)



Marine litter, una spiaggia di cotton fioc. Legambiente lancia #NorifiutinelWC

lunedì, 10 luglio, 2017

Ogni passo sulla sabbia porta a uno o due cotton fioc. Sono 79 bastoncini per la pulizia delle orecchie ogni cento metri di spiaggia. E arrivano direttamente dal wc di casa, perché la via che passa dal bagno al mare è infinitamente più breve di quanto si pensi. Fra la grande mole di rifiuti che si riversa su spiagge e mari, la maggioranza (fra l’80% e il 90%) è rappresentata dalla plastica. E il 10% dei rifiuti presenti sulle spiagge italiane proviene dagli scarichi dei bagni. (altro…)



Basta plastica, Greenpeace: il mare non è usa e getta

lunedì, 26 giugno, 2017

“Il mare non è usa e getta”. E sta soffocando, preda di una produzione di plastica non più sostenibile, quella plastica spesso usa e getta che si riversa nelle acque ed è responsabile dell’80% dell’inquinamento marino. Questa mattina la nave Rainbow Warrior di Greenpeace sta navigando con una grande bottiglia di plastica al seguito, per ribadire l’importanza di fare scelte diverse e salvare il mare. L’associazione ha lanciato una petizione in cui si rivolge direttamente al ministro dell’Ambiente. (altro…)



Ambiente, EcoForum: italiani preoccupati di inquinamento e rifiuti

mercoledì, 21 giugno, 2017

Inquinamento atmosferico, della terra e dell’acqua e veleni causati dall’industria. Gestione inefficiente dei rifiuti. Clima, con tutte le sue emergenze. Sono i tre ambiti che confermano l’attenzione degli italiani alle questioni ambientali, preoccupazioni sentite, diffuse e accompagnate anche da una buona conoscenza degli sviluppi dell’attualità, se si considera che i cittadini sono informati degli accordi di Parigi sul clima e soprattutto dallo strappo internazionale degli Stati Uniti. (altro…)



Mare, Goletta Verde: mala depurazione e scarichi inquinanti i reati più diffusi

lunedì, 19 giugno, 2017

Cattiva depurazione, scarichi inquinanti, rifiuti in plastica galleggianti o spiaggiati, abusivismo edilizio e illegalità ambientali di ogni tipo: la lista dei nemici del mare e delle coste è lunga e, nonostante i passi avanti fatti con la legge sugli ecoreati, acque e spiagge d’Italia sono ancora a rischio. La cattiva depurazione e gli scarichi inquinanti sono ancor oggi il reato più contestato, tanto da rappresentare oltre il 30% delle infrazioni totali contestate su mari e coste. (altro…)



Auto Euro 0, Facile.it: in Italia 4,5 milioni ancora in circolazione

lunedì, 5 giugno, 2017

Oggi, 5 giugno, si celebra la giornata mondiale dell’ambiente ma, almeno in Italia, sono ancora troppe le auto inquinanti in circolazione. Nonostante non siano più prodotte dal 1992, le automobili Euro 0 che ancora viaggiano sulle strade italiane sono circa 4,5 milioni, ovvero circa l’11,65% del parco auto italiano. Auto storiche? No, auto vecchie ed inquinanti; quelle storiche sono appena più di 800.000 (fonte: International Business Time). (altro…)



Green week europea: 85% dei siti con eccellente qualità delle acque

martedì, 23 maggio, 2017

Oltre l’85% dei siti di balneazione monitorati in tutta Europa nel 2016 soddisfa i requisiti più rigorosi per fregiarsi della qualifica di “eccellente”, il che significa che sono per lo più esenti da inquinanti pericolosi per la salute umana e l’ambiente, secondo la relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione pubblicata oggi. Oltre il 96% dei siti di balneazione soddisfa i requisiti di qualità minimi stabiliti dalla normativa europea. (altro…)



Emissioni NOx di FCA, Commissione Ue avvia procedura di infrazione

sabato, 20 maggio, 2017

La Commissione europea ha deciso oggi di avviare una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per il mancato adempimento da parte di Fiat Chrysler Automobiles degli obblighi derivanti dalla normativa UE in materia di omologazione dei veicoli. In base alla legislazione vigente dell’UE, spetta alle autorità nazionali verificare che un tipo di automobile soddisfi tutte le norme dell’UE prima che le singole auto possano essere vendute sul mercato unico. Qualora un costruttore di automobili violi gli obblighi normativi, le autorità nazionali devono adottare misure correttive (come ordinare un richiamo) e applicare sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive stabilite nella legislazione nazionale. (altro…)



Stop ai PFAS, Greenpeace: più di 800mila veneti potenzialmente esposti

sabato, 20 maggio, 2017

GreenPeace continua ad essere in prima linea sulla questione dell’acqua potabile inquinata da PFSA in una vasta area del Veneto dove migliaia di cittadini sono stati esposti ad acqua che non sarebbe considerata sicura negli Stati Uniti o in Svezia. Perché i livelli di PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) sono davvero troppo alti, ma i limiti di legge adottati dal Veneto sono fra i più alti al mondo. Oggi, in una conferenza stampa a Padova, l’associazione ambientalista ha presentato il rapporto “Non ce la beviamo”. (altro…)



Mobilità elettrica, Adiconsum: 5 priorità da realizzare subito

venerdì, 19 maggio, 2017

“I progressi recenti prospettano già a breve veicoli elettrici sempre più performanti, che delineano nuovi scenari di mobilità in grado di migliorare la qualità dell’aria, abbattendo le emissioni inquinanti, le emissioni climalteranti, favorendo l’efficienza energetica, l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili e riducendo le importazioni di combustibili fossili. La diffusione della mobilità elettrica richiede tuttavia la rimozione di alcune barriere e l’adozione di misure temporanee che incoraggino tale transizione”. (altro…)



Esposizione al mercurio: UE apre la strada ad azione mondiale per la salute

venerdì, 19 maggio, 2017

L’Unione europea ha fatto scattare oggi, presso la sede delle Nazioni Unite, l’entrata in vigore del trattato mondiale volto a ridurre l’esposizione al mercurio. La ratifica della Convenzione di Minamata sul mercurio conferma il ruolo di primo piano dell’UE nella tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente nel mondo intero. Il mercurio è una sostanza chimica con effetti neurotossici, utilizzato nei processi industriali e in numerosi prodotti come le batterie o i termometri. Il mercurio rilasciato nell’ambiente entra nella catena alimentare dove si accumula, soprattutto nei pesci. (altro…)



Rifiuti, Commissione Ue deferisce Italia a CGUE: 44 discariche ancora aperte

giovedì, 18 maggio, 2017

La Commissione europea ha deferito l’Italia alla Corte di Giustizia dell’Ue per non aver bonificato o chiuso 44 discariche che rappresentano “un grave rischio per la salute umana e l’ambiente”. Le discariche dovevano essere bonificate entro il 16 luglio 2009 ma, nonostante qualche progresso, l’Italia è decisamente rimasta indietro.  “Malgrado i precedenti ammonimenti della Commissione, l’Italia ha omesso di adottare misure per bonificare o chiudere 44 discariche non conformi, come prescritto dall’articolo 14 della direttiva relativa alle discariche di rifiuti (direttiva 1999/31/CE del Consiglio)”, argomenta Bruxelles. (altro…)



Ecoreati, Legambiente: la legge funziona?

martedì, 16 maggio, 2017

A due anni dall’approvazione della legge sugli ecoreati, Legambiente racconta come è stata utilizzata a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. La legge del 29 maggio 2015 ha introdotto i delitti ambientali nel codice penale ed è stata utilizzata in tutta Italia per fermare attività illegali di vario genere, dalla pesca illegale a Taranto agli scarichi industriali non trattati a Chieti fino all’estrazione abusiva di inerti dalle cave o dai fiumi. (altro…)



Greenpeace: acqua contaminata da PFAS, pericolo per 130 mila cittadini veneti

sabato, 13 maggio, 2017

Acqua potabile inquinata da PFAS: Greenpeace continua a denunciare il livello di contaminazione delle acque in una vasta area del Veneto, dove migliaia di cittadini sono stati esposti ad acqua che non sarebbe considerata sicura negli Stati Uniti o in Svezia. Perché i livelli di PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) sono davvero troppo alti, ma i limiti di legge adottato dal Veneto sono fra i più alti al mondo. A rischio, denuncia l’associazione, ci sono fra 130 mila e 200 mila cittadini. (altro…)



Legambiente: piattaforma per segnalare illeciti nella filiera degli pneumatici

venerdì, 12 maggio, 2017

Ogni anno in Italia vengono venduti nel mercato del ricambio circa 32 milioni di pneumatici. Un flusso cui si lega la generazione di pneumatici usati o ricostruibili, che proseguono la propria vita grazie ad aziende specializzate, ma anche circa 350mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso ß, di cui i tre consorzi aderenti al progetto gestiscono circa l’85% nell’ambito di un sistema senza fine di lucro operante su tutto il territorio nazionale, finanziato attraverso un contributo ambientale versato dagli acquirenti di pneumatici. Dal 2011 questo sistema nazionale garantisce rintracciamento, raccolta e recupero di una quantità di PFU corrispondente agli pneumatici regolarmente immessi nel mercato nazionale del ricambio. (altro…)



Rogo di Pomezia, Osservatorio nazionale amianto: necessarie misure cautelative

lunedì, 8 maggio, 2017

C’era amianto nello stabilimento ECOX, azienda per lo smaltimento dei rifiuti leggeri, da cui si è generato il rogo di Pomezia la cui nube tossica ha avvolto un’ampia porzione della campagna romana e del nord della Provincia di Latina. È questo il vero allarme adesso. Questa mattina, il rogo era definito dai vigili del fuoco come “ormai sotto controllo” con focolai ancora attivi ma in via di spegnimento. Ieri infatti è giunta la notizia della presenza di amianto incapsulato sul tetto dello stabilimento. L’Ispra si è detta subito disponibile a intervenire con analisi specifiche sul territorio qualora se ne presentasse la necessità. (altro…)



Inquinamento da polveri sottili, ultimo avvertimento dell’Europa all’Italia

giovedì, 27 aprile, 2017

Troppo smog in troppe regioni d’Italia, troppi sforamenti nel livello di polveri sottili in un paese che conta 66 mila morti premature legate all’inquinamento atmosferico. Dall’Europa arriva un “ultimo avvertimento” all’Italia perché si metta in regola con le norme europee e garantisca una buona qualità dell’aria riducendo le emissioni di PM10. L’Italia ha ora due mesi di tempo per attivarsi, altrimenti rischia di essere portata davanti alla Corte di Giustizia dell’Unione europea. Da Bruxelles è infatti partito un parere motivato che chiede all’Italia di adottare misure concrete per tutelare la salute pubblica contro l’emissioni di polveri sottili, legate al consumo di energia elettrica e riscaldamento, ai trasporti, all’industria e all’agricoltura. (altro…)



Rifiuti elettronici e attrezzature mediche: l’Europa insegna col progetto Life-MED

lunedì, 13 marzo, 2017

Tonnellate di preziosi componenti riutilizzabili diventano spazzatura perché non correttamente conferiti. A oggi mancano procedure standard per la gestione di rifiuti provenienti da attrezzature mediche da parte delle strutture sanitarie. A questo si aggiunge una carente prevenzione della produzione di rifiuti e uno scarso riutilizzo delle strumentazioni dismesse, spesso ancora funzionanti. Grazie alla collaborazione di Cantiere Autolimitazione (CAuto) Brescia, Legambiente Lombardia, Medicus Mundi Attrezzature (MEMUA), la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia e il partner rumeno Ateliere Fara Frontiere (AFF) è stato realizzato il progetto europeo Life-MED-Medical Equipment Discarded: un nuovo sistema integrato per ridurre i rifiuti da attrezzature mediche e Raee. (altro…)



Smog, Commissione Ue: ultimo avvertimento all’Italia per diossido di azoto

giovedì, 16 febbraio, 2017

Ultimo avvertimento dell’Europa all’Italia: c’è troppo smog e inquinamento da diossido di azoto nelle città. La Commissione europea ha dato il via libera alla seconda fase della procedura d’infrazione contro l’Italia e con essa altri paesi – Germania, Francia, Regno Unito e Spagna – che “non hanno affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria per il biossido di azoto”. (altro…)



Clima, al via consultazione pubblica su piano adattamento ai cambiamenti climatici

venerdì, 10 febbraio, 2017

Parte oggi la consultazione pubblica per l’elaborazione del Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici. Da stamani e fino al 28 febbraio, sul sito del Ministero dell’Ambiente, è possibile rispondere alle domande di un articolato questionario, rivolto ai principali stakeholders, sulla percezione degli impatti e delle vulnerabilità in materia di adattamento, oltre che sulle principali azioni per farvi fronte. (altro…)



Smog, l’Italia non respira più. E ora rischia una maximulta Ue

giovedì, 2 febbraio, 2017

L’Italia intrappolata nello smog potrebbe pagare un caro prezzo per l’inquinamento dell’aria delle sue città. In termini economici, potrebbe arrivare una supermulta fino a un miliardo di euro dall’Europa. Senza contare le conseguenze devastanti sulla salute – tutte le agenzie internazionali concordano sul peso dell’inquinamento atmosferico che miete vittime ogni anno – e sulla vivibilità delle città. L’avrebbero già chiamata la “madre di tutte le sanzioni”: fonti stampa dicono che la Commissione europea starebbe valutando l’apertura di una procedura di infrazione contro l’Italia per violazione della direttiva europea sulla qualità dell’aria. (altro…)



Legambiente: città intrappolate nello smog. “Mal’aria” già a inizio anno

lunedì, 30 gennaio, 2017

Le città italiane devono tornare a respirare. Perché sono costantemente in emergenza smog: troppe polveri sottili, un inquinamento atmosferico fuori controllo, una vivibilità spesso compromessa. Mentre la metropoli del futuro è innovativa e sostenibile, piena di alberi e piste ciclabili, con trasporti pubblici che funzionano, mobilità elettrica, spazi pedonali. Non è l’isola dei sogni ma la ricetta di Legambiente per intervenire su città sempre più intrappolate nella cappa dello smog. Quest’anno già nove città hanno superato per 15 giorni il limite giornaliero per il PM10. E siamo solo all’inizio dell’anno. (altro…)



Smog: 7 mln di morti l’anno nel mondo. Pianura Padana la più inquinata d’Europa

lunedì, 30 gennaio, 2017

Respiriamo circa ventimila volte in una giornata. Ed esattamente come accade per il cibo, la buona o cattiva qualità dell’aria fa la differenza in termini di salute e malattia. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ogni anno 7 milioni di persone muoiono nel mondo per malattie collegabili all’inquinamento: 3,6 milioni di morti premature sono causate dall’inquinamento interno alle case, agli uffici, alle scuole; mentre 3,5 milioni di decessi sono legati all’inquinamento esterno. (altro…)



Smog Milano: emissioni oltre il limite, Codacons: servono misure urgenti

martedì, 24 gennaio, 2017

Dal 18 di gennaio ad oggi serie nera per le emissioni di pm10 a Milano, con sette giorni consecutivi in cui le tre Stazioni di rilevamento (Senato, Pascal e Verziere) hanno fatto registrare valori oltre al limite; in totale, su 23 giorni di gennaio 13 hanno fatto registrare valori più alti rispetto al valore soglia. È quanto comunicato dal Codacons. (altro…)