Carceri sovraffollate, Corte di Strasburgo condanna Italia per violazione diritti umani

Una condanna pesante quella ricevuta oggi dall’Italia per la situazione delle carceri superaffollate: la Corte Europea di Strasburgo ha condannato il nostro Paese alla violazione dei diritti umani. In particolare l’Italia ha violato l’articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo che vieta la tortura e i trattamenti disumani o degradanti. La condanna arriva su ricorso di 7 persone, detenute nel carcere di Busto Arsizio e in quello di Piacenza, i quali hanno affermato di aver occupato, ognuno, una cella di 9 metri quadrati da dividere con altri due detenuti. Ognuno di loro aveva a disposizione uno spazio di 3 metri quadrati. In alcuni casi, poi, mancava l’acqua calda e l’illuminazione era scarsa.

Secondo la Corte di Strasburgo, i detenuti non hanno beneficiato di uno spazio conforme ai criteri minimi, che prevedono che ci siano almeno 4 metri quadrati a persona. Questo spazio insufficiente, insieme alla mancanza d’acqua, d’illuminazione e di ventilazione delle celle, hanno contribuito ad infliggere una sofferenza supplementare ai detenuti. La Corte ha quindi condannato l’Italia a pagare ai sette detenuti un ammontare totale di 100 mila euro per danni morali.

Ma il problema del sovraffollamento delle carceri non riguarda soltanto questo caso: è una caratteristica strutturale del sistema carcerario italiano e va risolto con urgenza. Anche perché attualmente, presso la Corte europeo dei diritti umani, ci sono altri casi pendenti che denunciano le stesse condizioni disumane inflitte ai detenuti in diverse prigioni italiane. La Corte di Strasburgo sottolinea che non spetta a lei dettare agli Stati le politiche penali e l’organizzazione del sistema penitenziario, ma invita l’Italia a porre con urgenza rimedio a questa emergenza.

Il problema è stato menzionato anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel suo discorso di fine anno ed è stato al centro dell’ultima “radicale” protesta dell’onorevole Marco Pannella.

Un commento a “Carceri sovraffollate, Corte di Strasburgo condanna Italia per violazione diritti umani”

  1. ermenegildo di carne ha detto:

    Più di una volta “Striscia la notizia” di canale 5 ci ha mostrato alcune carceri costruite con grossi investimenti dello Stato (con i nostri soldi) mai entrati in funzione;perchè li hanno costruiti? Mi punge vaghezza che sono serviti solo a dare appalti agli “amici” e prendere qualche tangente! La magistratura ha mai indagato in questa direzione? Intanto invece di prendere 100.000 € di multa che,se non si provvede a migliorare le condizioni di vita dei carcerati l’UE ce ne farà altre,perchè non si provvede a metterle in funzione?Un generico condono della pena è altrettanto dannoso per chi tende a delinquere perchè “…tanto ci mettono fuori”