spettatore stadio calcio

Calcio, Movimento Consumatori contro clausole vessatorie

Calcio e clausole vessatorie, Movimento Consumatori: la Lega Calcio promuova modelli virtuosi

Il Movimento Consumatori ha inviato finora 16 diffide ad altrettanti club di calcio sul tema delle clausole vessatorie nei contratti di abbonamento e biglietti per lo stadio. Dopo l’azione dell’Antitrust, l’associazione torna a chiedere un’azione alla Lega Calcio

La Lega Calcio deve attivarsi perché i tifosi non subiscano un trattamento diverso a seconda della maglia che indossano allo stadio. Questa la richiesta avanzata dal Movimento Consumatori di fronte all’azione dell’Antitrust, che ha avviato procedimenti verso nove società di calcio di serie A per clausole vessatorie nei contratti per gli abbonamenti e i biglietti delle partite di calcio. I procedimenti riguardano Atalanta, Cagliari, Genoa, Inter, Lazio, Milan, Juventus, Roma e Udinese. E il Movimento Consumatori si occupa della tutela degli abbonati, col tema delle clausole in contrasto col Codice del Consumo, da gennaio 2018.

Finora l’associazione ha inviato «16 diffide ad altrettanti club e ha promosso numerose azioni inibitorie collettive, tra cui quella conclusa vittoriosamente con la condanna della SS Lazio con l’Ordinanza 24 giugno 2019 emessa dal Tribunale di Roma».

 

stadio di calcio

 

Abbonamenti e clausole vessatorie

Per il Movimento Consumatori i profili di illegittimità delle clausole presenti negli abbonamenti di serie A non riguardano solo le violazioni finite sotto i riflettori dell’Antitrust  (esclusioni del rimborso del corrispettivo versato in caso di squalifica dello stadio o disputa di gare a porte chiuse o con chiusure di settori, per impossibilità sopravvenuta della prestazione, anche imputabile alla Società; esclusioni e limitazioni della responsabilità per colpa della società in caso di squalifica dello Stadio o di ordini che impongano lo svolgimento delle gare a porte chiuse o con chiusure di specifici settori), ma anche previsioni che consentono alle società di modificare unilateralmente le condizioni di contratto senza giustificato motivo e  deroghe al “foro del consumatore”.

Molte società, dice l’associazione, «hanno riconosciuto il principio per cui i tifosi che non hanno colpe non devono subire le conseguenze di chiusure di settori o dello stadio, per cui hanno diritto a rimborsi e risarcimenti, e hanno modificato i contratti rendendoli conformi a quanto previsto dal Codice del Consumo. Altre invece hanno riprodotto clausole abusive nelle condizioni di abbonamento della stagione in corso».

L’appello alla Lega Calcio

Movimento Consumatori si è rivolto anche alla Lega Calcio, chiedendo un confronto per diffondere un modello di condizioni di abbonamento privo di clausole abusive, virtuoso, ma per ora non ha ricevuto risposta.

Sostiene Marco Gagliardi del Servizio Legale MC: «Riteniamo non solo che i club destinatari dei procedimenti avviati dall’Agcm debbano immediatamente eliminare le clausole vessatorie, ma anche che la Lega Calcio si attivi per evitare che i consumatori subiscano un trattamento contrattuale diverso a seconda della maglia che indossano allo stadio, aprendo a un dialogo costruttivo e nell’interesse della platea degli abbonati italiani».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)