Colombe e Uova di Pasqua, attenzione ai prezzi. La guida di Altroconsumo

Colombe e Uova di Pasqua, attenzione ai prezzi. La guida di Altroconsumo

La corsa agli acquisti delle Colombe e delle Uova di Pasqua è ormai iniziata, ma la scelta dei prodotti richiede cura e attenzione. “Se scegli bene risparmi parecchio, ma se sbagli spendi molto più del necessario”: lo rivela l’indagine sui prezzi di 45 marche di colombe e uova di cioccolato in 25 punti vendita, realizzata da Altroconsumo (qui i dati completi della rilevazione).

Alcune marche, infatti, costano anche cinque volte di più di altre più convenienti. E prodotti identici possono arrivare a costare fino all’80% in più se si comprano in negozi più cari.

Le principali alternative per risparmiare, secondo Altroconsumo, sono due: seguire le offerte della grande distribuzione oppure aspettare la fine delle feste per acquistare i dolci pasquali, approfittando degli sconti sull’invenduto.

Colombe e Uova di Pasqua, quanto si spende?

Vediamo, dunque, quali sono i costi con i quali ci dobbiamo confrontare al momento dell’acquisto delle Colombe e delle Uova di Pasqua.

Secondo le rilevazioni di Altroconsumo, per una colomba classica da un chilo si spende da un minimo di 2,74 euro a un massimo di quasi 17 euro, con una differenza del 520%. Più care le versioni speciali, cioè quelle con ricette particolari o ripiene di creme: qui il prezzo minimo al chilo sfiora i 4 euro e quello massimo quasi 24 euro, con una differenza del 492%.

“Le Colombe confezionate più convenienti sono quelle dei marchi commerciali, cioè quelle firmate dalla grande distribuzione – spiega Altroconsumo. – Anche se si possono spuntare ottime offerte anche tra i marchi più famosi, le differenze di prezzo rilevate tra i diversi punti vendita sono talmente importanti (oltre l’80%) da non garantirne sempre la convenienza, a differenza dei marchi commerciali che mantengono il prezzo tendenzialmente più stabile”.

Le uova di cioccolato hanno prezzi meno variabili, soprattutto quelle al cioccolato fondente. Qui le differenze di prezzo vanno dal 90% per la versione nera al 253% per quella al latte, segmento in cui la scelta è anche molto più ampia. A pesare sul cartellino, in questo caso, è il marchio della sorpresa: più è appetibile per i più piccoli, più l’uovo costa.

 

Uova di Pasqua cioccolato al latte (Fonte Altroconsumo)
Uova di Pasqua cioccolato al latte (Fonte: Altroconsumo)

 

Altroconsumo ha analizzato, inoltre, l’andamento dei prezzi rispetto al 2013. Il prezzo medio delle uova di cioccolato in nove anni è calato del 10%, passando da una media di quasi 50 euro al chilo nel 2013, a una media attuale di 45 euro.

Salgono, invece, del 40% i prezzi medi delle colombe, ma scende del 10% il prezzo minimo rilevato. “Questo – spiega Altroconsumo – significa che ora, a differenza di nove anni fa, la concorrenza delle catene a colpi di offerte permette ai consumatori di spendere meno. A patto, però, di saper cogliere la proposta più conveniente”.

I consigli di Altroconsumo per risparmiare

Alla luce della varietà dei prezzi di Colombe e Uova di Pasqua, Altroconsumo diffonde alcuni consigli per risparmiare, senza rinunciare al gusto e alle proprie preferenze:

  • punta sulle offerte della grande distribuzione. Spesso prodotti di marche storiche dell’industria dolciaria italiana sono offerti sottocosto.
  • Non limitarti a verificare il prezzo della confezione, ma controlla anche quello al chilo. Colombe e uova di cioccolato, a parità di volume della confezione, possono avere pesi diversi. Se per la colomba classica, ad esempio, il formato standard è quello da un chilo, esistono anche confezioni con colombe da 750/800 grammi. Una differenza che può essere impercettibile ma che incide sul costo del prodotto. Anche per le uova vale lo stesso discorso: a parità di dimensione può cambiare lo spessore del cioccolato.
  • Scegli bene il punto vendita: lo stesso prodotto può costare anche meno della metà, soprattutto se proposto magari sottocosto per fidelizzare la clientela.
  • Aspetta la fine delle feste per ottenere ulteriori sconti.

E, infine – suggerisce Altroconsumo – non buttare la cioccolata o la colomba avanzate. Esistono tantissime ricette per dare nuova vita alle specialità pasquali, senza sprecarle.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)