Valentine e Valentini del terzo millennio dite addio alle cene romantiche in ristoranti stellati, con tanto di candele accese e brindisi con champagne, e fate spazio a un bel aperitivo gourmet da gustare comodamente a casa. Sembra infatti che, nell’era dell’iper-connessione per accendere la passione si opti per soluzioni più smart e meno impegnative. Per 7 coppie su 10 l’aperitivo San Valentino si festeggia tra le mura domestiche, lo spazio ideale per stimolare l’intimità della coppia e per dedicarsi del tempo.

Cosa non deve mancare per una versione dedicata alla festa degli innamorati? Un drink con bollicine e una serie di appetizer a base di verdure ed ingredienti tipici del territorio.

“L’aperitivo ha superato la sua connotazione di semplice snack ed è diventato un momento di consumo del pasto che caratterizza lo stile di vita contemporaneo”, spiega Manuela Polli, Responsabile Comunicazione di Polli Cooking Lab.

Per un millennials su 2 la celebrazione dalla festa degli innamorati non può che svolgersi a tavola. Per il 57% di loro rappresenta il modo migliore per potersi concedere del tempo per se stessi: l’importante è non spendere una fortuna (46%) e scegliere una location che faccia sentire a proprio agio entrambi (38%) in un mood che sia romantico ma non eccessivamente forzato.

A sorpresa quindi, il 68% di loro dice no alla classica cena in pizzeria o al ristorante, considerata ‘vecchio stile’ e troppo impegnativa. I motivi? Troppo costosa (76%), non sempre all’altezza delle aspettative (63%) in merito al rapporto qualità/prezzo, caotica (59%) e troppo affollata (54%).

A trionfare è il concetto ‘self made’: per uno su 3 (32%) il regalo più bello è infatti dato da un piatto preparato in casa e dedicato alla propria dolce metà. Una dichiarazione d’amore che passa dalla scelta di ingredienti che richiamano la propria storia (36%) o, più semplicemente, che celebrano l’amore per il cibo (41%).

A cambiare è anche il menù delle coppie millennials: scendono i crostacei e molluschi (42%) e salgono verdure dell’orto (54%), come peperoni, scalogno e radicchio, accompagnate da spezie (41%), protagoniste di ricette leggere ma sfiziose e capaci di ‘esaltare’ i sensi.

Una volta pensato a come deliziare il palato, gli esperti consigliano di fare attenzione a piccoli dettagli che, anche per un momento informale come un aperitivo, a San Valentino assumono una rilevanza non indifferente e che possono compromettere o decretare il successo della serata. A cominciare dalla musica: bocciate le canzoni neomelodiche (68%) e promosse le serenate in chiave hip hop (59%) o pop rock (42%), con una particolare attenzione alla musica italiana (43%) che batte quella a stelle e strisce (39%).

L’atmosfera è fatta anche di luci: no a lampade al neon e sì a semplici candele bianche da sistemare sul tavolo o per terra (59%). Come apparecchiare la tavola? Per gli esperti di bon ton basta un runner dai colori tenui e di materiale grezzo (61%) oppure una minimale tovaglia di lino bianco (47%).

Infine il look: no a tuta e ciabatte anche se si sta in casa (82%): si celebra un evento importante per la coppia e in quanto tale va vissuto. Sì a jeans e camicia per lui (74%) e un vestito leggero con un filo di trucco per lei (72%).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)