saturdays for future

Al via #SaturdaysforFuture per un consumo responsabile

Dopo venerdì arriva sabato. Dopo Fridays for Future, con la sua mobilitazione per il clima, è dunque la volta di Saturdays for Future per una spesa dedicata al consumo responsabile.

Acquisti responsabili contro i cambiamenti climatici, è la promessa dell’iniziativa lanciata dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis) e da NeXt – Nuova economia per tutti. A partire da una domanda: e se il sabato, giorno successivo alla mobilitazione dei giovani del Fridays for Future, il giorno in cui le famiglie fanno abitualmente la spesa, si trasformasse nel giorno a favore della sostenibilità ambientale e sociale?

 

 

NeXt: azione di cittadinanza attiva quotidiana

Una giornata per la produzione e il consumo responsabili, quindi, e a favore dello sviluppo sostenibile.

«Questa mobilitazione nazionale – dice una nota di NeXt – mostra come si possa trasformare una manifestazione di piazza in un’azione di cittadinanza attiva quotidiana, dove la “mano” della cittadinanza attiva diventa stimolo efficace per l’azione della politica e delle imprese verso una transizione più rapida ed efficace alla sostenibilità».

La proposta deriva dal successo del Cash Mob Etico organizzato a maggio in occasione del Festival dello Sviluppo sostenibile.

Il Cash Mob Etico stimola ad acquistare in modo informato «con l’obiettivo di​spostare quote di mercato rilevanti verso aziende di prodotti e servizi che hanno scelto la sostenibilità a 360°​: sociale, ambientale ed economica».

 

 

Cash Mob Etici

Il​ Saturday for Future del 28 settembre darà dunque vita a una serie di ​Cash Mob Etici​ e attività di sensibilizzazione nei confronti del consumo responsabile, organizzati in 17 città (Genova, Savona, Torino, Milano, Monza, Modena, Pordenone, Treviso, Mestre, Padova, Bologna, Firenze, Assisi, Roma, Vallinfreda (RM), Napoli, Benevento​).

«Saranno protagonisti di questi acquisti responsabili e informati artigiani locali, botteghe eque e solidali, aperitivi sostenibili, degustazioni biologiche e presentazioni di prodotti tipici e progetti territoriali all’insegna della sostenibilità e del consumo responsabile».

Al Saturdays for Future sono arrivate tantissime adesioni, dalle sigle della Grande distribuzione organizzata a quelle del consumo responsabile alle associazioni dei consumatori. Adiconsum ad esempio aderisce anche in qualità di socia di Next Nuova Economia X Tutti e di ASviS.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)