scommesse sportive

Scommesse sportive, un settore senza crisi

Fra i settori più in salute troviamo quello delle scommesse sportive, come testimoniano tra l’altro i dati di settore. Anche il 2020 è partito bene per questo comparto, visto che gennaio è riuscito a portare una spesa complessiva presso le agenzie superiore ai 116 milioni di euro.

Per quanto concerne le vincite, invece, finora i giocatori italiani hanno raccolto più di 304 milioni di euro, con una percentuale di payout intorno al 72%. Come vedremo fra poco, Napoli è stata la città a scommettere di più durante gennaio di quest’anno. Vediamo quindi di approfondire il tema, e di scoprire anche quali sono le previsioni del MEF sul comparto in questione.

 

Scommesse sportive e decreto dignità

Gennaio 2020: Napoli in testa per le scommesse sportive

Se si parla di scommesse e di spesa, allora nessuna città della Penisola riesce a superare Napoli, con i suoi 16 milioni di euro spesi (su un totale di poco superiore a 1.100 agenzie locali). Il secondo posto viene invece conquistato dalla Capitale, dato che a Roma sono stati giocati circa 9 milioni di euro, mentre la medaglia di bronzo va a Milano, con un totale di spesa superiore ai 6 milioni di euro. La quarta e la quinta posizione spettano invece a Torino e a Bari, stavolta con un totale di 4,5 e di 4,3 milioni di euro, quasi a parimerito.

Analizzando la classifica, e basandosi sul numero di agenzie, è diverso il caso di Bolzano: 94.000 euro circa per ognuno dei 22 centri specializzati. Un numero inferiore di punti vendita, ma molto ricchi.

Da sottolineare anche il successo delle scommesse sportive sul web: come raccontano i dati ufficiali dei principali bookmaker come William Hill, a gennaio è stato raggiunto il +60% in quanto a spesa, per un totale di 95,2 milioni di euro. Un risultato che rispecchia alla perfezione lo stato di buona salute del comparto, e autorizza un cauto ottimismo.

Scommesse sportive, ecco quali sono le previsioni del MEF

Per capire quali sono le prospettive di prelievo fiscale basta consultare le analisi del MEF, che ha di recente pubblicato le previsioni per il prossimo triennio. Nello specifico, si parla di circa 15 miliardi di euro di entrate nel 2020, con un incremento di oltre 630 milioni di euro, rispetto alle previsioni mosse per il 2019.

Si tratta di una crescita in gran parte dovuta ai prelievi erariali sulle slot machines, che sono riuscite a bilanciare pure il calo dei proventi del lotto. Il tema della sicurezza è sempre centrale, sta avendo una risonanza importante anche al Parlamento Europeo. Nella fattispecie, in questo momento si sta discutendo sul cosiddetto match-fixing, con l’influsso negativo delle scommesse illegali sulla corruzione nel mondo dello sport. È un tema molto caldo, soprattutto perché va a ledere i consumatori, e ovviamente anche gli operatori che agiscono a norma di legge, oltre all’impatto sulla correttezza delle partite.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)