A dicembre è tornato a scendere il grado di fiducia degli italiani nei confronti della situazione generale del Paese: l’indicatore si è fermato a quota 3 punti, dopo il 3,16 del mese di novembre. Risulta stabile la propensione al risparmio: il 13,7% degli italiani ha affermato di avere intenzione, nell’arco dei prossimi 12 mesi, di incrementare i propri risparmi, contro il 13,4% di novembre. I dati vengono dall’Osservatorio mensile Findomestic che, in occasione delle festività, ha tracciato un bilancio degli acquisti fatti.
I regali a Natale non sono mancati ma più della metà degli italiani ha speso meno dello scorso anno: il 29% dice di aver speso “molto meno” rispetto alle festività precedenti; il 26%, invece, “un po’ meno”. Il 33% dichiara di essere rimasto in linea con il 2012. Piatti gourmet, viaggi e vacanze sono state le voci di spesa che hanno subito i tagli maggiori (60% per i primi e 59% per i secondi). Seguono i pranzi e le cene al ristorante: il 55% ha rinunciato a mangiare fuori casa. Nel 2012, però, questo dato era più alto di 4 punti. In generale, per i loro doni, le famiglie si sono concentrate su abbigliamento, prodotti alimentari artigianali e articoli di elettronica. Solo l’11% ha rivelato di aver speso di più dello scorso anno. Nel frattempo, c’è grande attesa per il saldi: il 59% degli italiani è pronto a farvi ricorso e si attende un sconto medio del 46%.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)