Marche e Toscana hanno già deciso: i prossimi saldi invernali inizieranno il 5 gennaio. Anche se le date di inizio delle vendite di fine stagione 2018 non sono ancora state stabilite in tutte le regioni, ci si orienta verso un probabile inizio dei saldi invernali il 5 gennaio, prima dell’Epifania. Anche lo scorso anno i saldi invernali sono iniziati in 5 gennaio in quasi tutte le regioni.

Secondo quanto scrive il portale Regioni.it, “anche se attualmente non è stata ancora stata stabilita in tutte le regioni la data di inizio dei saldi, da diversi anni ormai tale attività promozionale inizia poco prima dell’Epifania. Anche lo scorso anno, ad esempio, iniziarono il 5 gennaio e la data fu unica per tutte le regioni”. A decidere l’avvio dei saldi invernali sono state per ora Marche e Toscana. Le Marche hanno individuato i periodi dell’anno in cui sarà possibile effettuare le vendite di fine stagione per il 2018: i saldi invernali si svolgeranno dal 5 gennaio, giorno feriale antecedente l’Epifania, al 1 marzo, i saldi estivi dal 7 luglio al  settembre. Anche in Toscana sono state stabilite – con delibera della giunta regionale – le date per le vendite di fine stagione per il 2018: per quanto riguarda i saldi invernali la data di inizio è sabato 5 gennaio, il termine lunedì 5 marzo; le vendite promozionali estive avranno invece inizio sabato 7 luglio e si concluderanno martedì 4 settembre.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)