Sicurezza dei prodotti e credito al consumo, la Commissione UE rivede le norme

Sixthcontinent, nuova multa dall'Antitrust

Nel 2020 il traffico diretto verso gli e-commerce e, di conseguenza, lo shopping online sono cresciuti in maniera esponenziale, complici le nuove abitudini di acquisto dei consumatori, influenzate dall’impatto dell’emergenza da Covid-19.

Secondo un sondaggio realizzato da Capterra su 5.897 individui in 6 Paesi europei (Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Italia ed Olanda), durante il lockdown il 56% dei consumatori intervistati ha comprato online 3 o più volte al mese.

Shopping online, acquisti in aumento

A livello europeo sono aumentati, dunque, gli acquisti online. Infatti, se prima la maggioranza degli intervistati comprava online 1 massimo 2 volte al mese, durante la quarantena la percentuale di volte si è spostata verso i 3-6 acquisti al mese. Molti hanno addirittura raggiunto la soglia di 6-10 acquisti online al mese.

Dall’indagine emerge, inoltre, che il 59% degli intervistati continuerà ad acquistare online, anche dopo che la situazione eccezionale provocata dalle misure straordinarie anti Covid sarà terminata.

Quali sono i prodotti più acquistati?

Il 45% degli europei intervistati avevano già effettuato acquisti online prima della pandemia. Tuttavia, per la restante maggioranza, la quarantena è stata un’occasione per scoprire una nuova modalità d’acquisto per la prima volta.

In particolare, tra i beni più acquistati online per la prima volta troviamo abbigliamento, cibo e apparecchi elettronici.

 

Acquisti effettuati per la prima volta (Fonte: Capterra)
Acquisti effettuati per la prima volta (Fonte: Capterra)

 

Shopping online, un focus sull’Italia

Per quanto riguarda le nuove abitudini di acquisto online in Italia, Capterra ha rilevato che il 61% dei consumatori italiani ha fatto shopping online almeno 3 volte al mese durante la quarantena, posizionandosi al di sopra della media europea (56%). Inoltre, il 64% degli intervistati italiani ha comprato online per la prima volta durante la quarantena, anche qui posizionandosi al di sopra della media europea (55%).

I consumatori italiani hanno scoperto, dunque, un nuovo modo di acquistare durante il lockdown, facendo anche affidamento sulle opinioni altrui espresse online prima di procedere con l’acquisto.

Il 65%, infatti, si fida di delle recensioni online lasciate da altri consumatori per capire se uno negozio digitale è affidabile, sempre posizionandosi al di sopra della media europea (47%). Non solo, prima di un acquisto online il 35% controlla se il sito ha la crittografia HTTPS.

Abbigliamento, cibo e prodotti per la casa tra i più venduti

Il sondaggio mostra, infine, quali sono i prodotti più acquistati online in Italia. Tra questi troviamo capi di abbigliamento, cibo e prodotti per la casa.

Dati i risultati, Capterra ha chiesto, inoltre, quale bene continuerebbero a comprare di più online anche dopo la fine dell’emergenza sanitaria, e i tre beni con la maggior percentuale di risposte sono stati: abbigliamento (30%), prodotti per la casa (24%) e dispositivi elettronici (23%).

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)